29 dicembre 2018 - Ravenna, Eventi, Società

I Sunset Radio diffondono le note del buonumore nell’ospedale di Ravenna

Si sono esibiti per donare sorrisi, sollievo e distrazione ai degenti

Musica per la solidarietà

Una bellissima iniziativa del tutto inedita all’insegna della solidarietà e dell’altruismo quella che vede coinvolti i cinque protagonisti dei Sunset Radio: Matteo Rossi, Davide Pazzaglia, Andrea Neri, Alberto Felice e Riccardo Tasselli.

I Sunset Radio, il gruppo punk rock ravennate che sta ottenendo sempre più successo anche all’estero, si sono esibiti ieri mattina, 28 dicembre, alle 8.45 in diversi reparti dell’ospedale Santa Maria delle Croci a Ravenna per portare una ventata di aria fresca a tutti i degenti suonando qualche brano in acustico.

L’iniziativa iniziale era quella di suonare nel reparto oncologico ma, durante l’evento, i primari di altri reparti hanno sentito i ragazzi esibirsi e gli hanno chiesto di suonare anche da loro per portare le note del buonumore dai propri pazienti.

Così i ragazzi si sono esibiti, per circa due ore, in diversi reparti, ricevendo i complimenti da tutti.

Le congratulazioni ovviamente non sono dovute solo alla buona musica che i Sunset Radio hanno fatto ascoltare, ma soprattutto per la bellissima idea basata sull’altruismo e sulla vicinanza a chi ne ha bisogno, un’idea non da tutti.

A gennaio, gioia ed energia ai piccoli pazienti di pediatria

L’idea di essere con e tra la gente è infatti alla base di questo progetto che, fra l’altro, non è ancora concluso.

Ci sarà, un seguito a gennaio.

Sì perché, visto il successo ottenuto da questa giornata, è stato chiesto ai ragazzi, richiesta accettata con tantissimo entusiasmo, di esibirsi anche per i più piccoli, nel reparto di pediatria nell’ospedale di Ravenna.

Per portare grande gioia ed energia ai piccoli pazienti.

È stato un momento d’incontro fra realtà differenti che mostra come sia necessario andare oltre alle apparenze e ai pregiudizi in nome della solidarietà che unisce la cittadinanza e che fa di essa una comunità di persone pronte ad aiutarsi. 

Solidarietà e vicinanza oltre le differenze 

Abbiamo incontrato il chitarrista dei Sunset Radio, Matteo Rossi, per fargli qualche domanda su questa iniziativa che ha creato un clima di solidarietà, serenità e vicinanza all’interno dell’ospedale.

L’iniziativa era rivolta ai degenti, ai familiari, al personale ospedaliero e a tutta la cittadinanza.

Come è nata l’idea di portare la vostra musica in ospedale?

“Ci è sempre piaciuto fare qualcosa di non convenzionale, che si differenziasse dall’operato di chi si muove nel nostro campo.

L’originalità è un elemento che teniamo sempre a mente, ed è stato un punto di partenza per questa iniziativa, come lo è stato per molti dei nostri video, come ad esempio quello che abbiamo girato sulla Torre della Micoperi in cui ci esibiamo nel singolo 'My everything' afferma Matteo.

“Con la nostra musica - continua il chitarrista -, possiamo dare gioia ed emozioni alle persone, quindi andare a suonare in un posto dove la gente sta male, veramente male, come nel reparto oncologico dell’ospedale e vedere che i pazienti si alzano dai loro letti per venire in corridoio ad ascoltarci, non ha prezzo”.

Qual era il vostro intento?

“Il nostro intento era di dare felicità a chi si trova in una situazione di sofferenza, in un momento così difficile – afferma Matteo Rossi -, la felicità significa anche solo un momento di distrazione dal male e dalla propria condizione. Siamo felicissimi”.

Come ti sei sentito?

“E’ stata un’esperienza unica e bellissima. La cosa più bella è stata vedere i volti delle persone, sia dei degenti sia dei familiari; volti sorridenti che per un attimo hanno potuto vivere un momento di spensieratezza, siamo tutti e cinque molto grati di essere stati gli artefici di quel momento. Mi commuove guardare quella foto in cui si vede una coppia che, poggiata sulla porta della camera, sia abbracciava ascoltando la nostra musica.

Ovviamente, siamo molto orgogliosi di essere stati chiamati ad esibirci anche negli altri reparti e di ricevere gli applausi dei primari e di tutto il personale, che si sono detti entusiasti della nostra iniziativa”.

Un sorriso e un momento di sollievo 

Un gesto che ha regalato un sorriso, un momento di sollievo e di distrazione ai pazienti dei reparti per poter vivere attimi di serenità che interrompano la monotonia e il clima di certo non troppo allegro tipico di una degenza in ospedale. 

Un gesto quindi per sostenere e mostrare la propria vicinanza non solo ai degenti ma anche alle loro famiglie e a tutto il personale che ogni giorno s’impegna per portare salute e sollievo ai pazienti. 

Ieri mattina è intervenuto il dottor Federico Capuzzo direttore Dipartimento Oncoematologico Azienda Usl della Romagna.

L’intervento è stato curato da Patrizia Baratoni.

“Un ringraziamento speciale va a Patrizia Baratoni –afferma il chitarrista dei Sunset Radio -, senza la quale questa iniziativa non sarebbe stata possibile”.

Chi sono i Sunset Radio  

I Sunset Radio sono una band di Ravenna dal successo ormai internazionale che si è esibita non solo in Italia ma anche all’estero. 

È un gruppo di ragazzi partito dal basso che con impegno cerca di fare della propria passione la loro vita dando forme sempre nuove al punk rock moderno.

Quali sono i vostri progetti per il 2019?

“Abbiamo in programma un tour italiano che vedrà come tappe le principali città italiane e un minitour in Sardegna”.

Il prossimo appuntamento

Il 5 gennaio i cinque ragazzi dei Sunset Radio si esibiranno al Gasoline a Ravenna e sarà un’ottima opportunità per sentirli suonare non in acustico come in ospedale, ma “full band”.

Inoltre, sarà una delle pochissime date a Ravenna.

 

Nella foto: una coppia, si abbraccia e, con aria serena, ascolta i Sunset Radio esibirsi.

 

Valentina Orlandi 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.