6 gennaio 2019 - Ravenna, Sport

Il derby contro Ferrara chiude il girone d’andata dell’OraSì

Con gli estensi orfani di Mike Hall, per i giallorossi ghiotta occasione per scacciare la crisi

Si chiude questa sera, domenica 6 gennaio, alle ore 18 al Pala De Andrè il girone d’andata di Serie A2 di basket, con l’OraSì Ravenna, reduce da 3 sconfitte consecutive, che attende la Bondi Ferrara nel derby. I giallorossi, che conservano la settima posizione, hanno però solo 2 punti di margine sul gruppone che rappresenta anche la zona retrocessione, in cui per altro sono presenti proprio i prossimi avversari.

Le statistiche

Nonostante le recriminazioni di Coach Mazzon sugli episodi di Piacenza, nello specifico sui problemi al cronometro, e su altre situazioni sfortunate che hanno penalizzato i romagnoli in altre occasioni, sottolineate anche dal DG Trovato in diverse interviste, le statistiche stagionali parlano di un’OraSì in netta difficoltà.

I giallorossi si confermano da diverse settimane la terza peggior difesa del girone, concedendo 85,6 punti a partita, e hanno anche la seconda peggior differenza canestri dopo Cagliari, ultima in classifica. Ravenna fa meglio solo dei sardi anche nella percentuale concessa nel tiro da 3 (38%), mentre è quart’ultima in quella da 2 (54%).

Le cose non vanno molto meglio in attacco, dove l’OraSì è la peggior squadra per percentuale nei tiri da 2 (48%) ed è terzultima in quella da 3 (31%), rilsultando nel complesso il sesto peggior attacco con 78,4 punti di media segnati a partita. La situazione peggiore è però quella nella classifica degli assist, dove con 11,4 a partita i giallorossi sono abbondantemente ultimi.

Gli avversari

La Bondi dal canto suo si presenta a Ravenna reduce da una batosta casalinga contro Roseto e orfana del suo giocatore più rappresentativo, Mike Hall, che dopo un diverbio durante il match di settimana scorsa, ha trovato un accordo con la società per la rescissione del contratto. Il sostituto Solarin Campbell sarà disponibile solo dalla prima giornata di ritorno e Ferrara dovrà quindi rivoluzionare il suo quintetto, chiedendo gli straordinari a Isaiah Swann, che resta comunque uno dei migliori stranieri del campionato.

Il fattore Pala De Andrè

Il derby contro gli estensi sarà quindi una ghiotta occasione per l’OraSì per scacciare la crisi e tornare al successo, contando anche sul fattore campo: i giallorossi infatti hanno vinto 4 delle 6 partite disputate al Pala De Andrè, mentre in trasferta hanno raccolto appena 2 successi in 8 match.

Potendo contare su un affezionato zoccolo duro di tifosi che continuano a sostenere la squadra anche nelle difficoltà, Ravenna può costruire la sua risalita proprio tra le mura amiche, perché delle 16 partite rimaste, ben 9 saranno disputate nella città dei mosaici.

La dichiarazione del Coach

“Dobbiamo andare alla partita contro Ferrara con spirito positivo e senza nessuna paura – spiega Coach Andrea Mazzon, preoccupandoci solo di giocare intensamente e continuando a passarci la palla. Non c’è dubbio che le nostre percentuali si sono abbassate ma è pur vero che la qualità delle scelte sta aumentando e che i ragazzi sanno quanto conti la prossima partita. Sono certo che avremmo una bella spinta dal nostro pubblico che anche a Piacenza è stato meraviglioso e che senza i problemi al tabellone del tempo avremmo ripagato con una vittoria”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.