7 gennaio 2019 - Ravenna, Economia & Lavoro

Saldi 2019: ottimismo da parte di Confcommercio Ravenna

Il sondaggio tra i commercianti evidenzia invece un calo delle vendite nel 2018

È cominciato da qualche giorno il periodo dei saldi invernali e tra i commercianti c’è molto ottimismo. Secondo un sondaggio effettuato dall’Ufficio Studi di Confcommercio Ravenna, le aspettative sono di vedere un incremento delle vendite rispetto allo scorso anno, che già a suo volta aveva visto crescere il dato rispetto al precedente.

Il sondaggio è volto anche a far conoscere le aspettative dei commercianti del centro storico e della periferia su quali prodotti saranno più venduti e quanto spenderanno le famiglie, oltre che a fare fa il punto sulle vendite natalizie e sulle vendite dell’intero anno 2018.

I dati

A proposito dei saldi 2019, il sondaggio racconta come il 22,6% dei commercianti ravennati si attenda vendite in aumento, mentre il 64% pensa che i consumi saranno stabili. Solo il restante 13,4%, in calo dell’1,4% rispetto allo scorso anno e del 16% rispettoal 2017, ritiene che si verificherà una diminuzione degli acquisti. Nello specifico i commercianti del centro storico risultano più ottimisti rispetto a quelli della periferia di Ravenna.

Il 45% degli intervistati pensa che la spesa media delle famiglie si attesterà tra i 30 e gli 80 euro, mentre il 41,9% è più ottimista e fissa il dato tra gli 80 e i 120 euro. Per il 6,7% lo scontrino medio sarà addirittura sopra i 120€, ma al contrario per il 6,4% sarà inferiore ai 15€.

Pochi dubbi sulla tipologia di prodotti che si pensa sarà la più venduta: sarà quella dei beni utili per il 74,1%, dato in forte incremento rispetto allo scorso anno. Netta diminuzione per le aspettative sui prodotti di fascia alta, fermi al 14,7%, mentre fa registrare un leggero aumento del 4% l’aspettativa sulle vendite dei prodotti economici, che si attesta sull’11,2%.

A proposito delle vendite nel periodo natalizio, il 71,3% degli intervistati le ritiene stabili o soddisfacenti; nello specifico stabili per il 44,4% e soddisfacenti per il 26,9%. Il dato è però in forte calo rispetto al 92,5% dello scorso anno e un commerciante su quattro ha dichiarato invece vendite in calo, riportando la percentuale quasi ai livelli del 2017.

Le difficoltà del settore del commercio sono confermate dall’ultima domanda, relativa alle vendite complessive di tutto il 2018, soddisfacenti solo per il 12,6% degli operatori. Il 38% dichiara vendite stabili, mentre addirittura il 47,1% annuncia vendite in calo.

Il commento

“C’è più ottimismo e anche più attesa tra i commercianti del centro storico e del forese per l’avvio dei saldi invernali - sottolinea Mauro Mambelli, Presidente Confcommercio Ravenna. Dal consueto sondaggio che effettuiamo ogni anno registriamo una più consistente aspettativa positiva dalle vendite che, nell’ultimo periodo dell’anno, hanno segnato un incremento rispetto all’intero 2018. Ora con l’avvio dei saldi invernali si possono ulteriormente risvegliare i consumi. La fiducia da parte dei commercianti c’è per un buon bilancio dalle vendite del periodo”.

“Ciò che preoccupa però – prosegue Mambelli – è l’andamento del settore del commercio: se analizziamo i dati sulle vendite in tutto il 2018, registriamo un forte aumento dei commercianti che dichiarano un calo delle vendite nei 12 mesi, segnale questo che conferma lo stato di sofferenza del settore che necessita di rapidi interventi di sostegno sia a livello statale che regionale e locale. Occorrono incentivi mirati per il settore per dare ossigeno ai negozi di prossimità che sono la vera anima dei centri storici e dei paesi del nostro territorio”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018