9 gennaio 2019 - Ravenna, Faenza, Eventi

Anche a Ravenna, Faenza e Lugo sarà Notte Nazionale del Liceo Classico

Venerdì 11 gennaio si aprono le porte dei licei classici di tutta Italia

 

Da ormai 5 anni la Notte Nazionale del Liceo Classico si propone di mettere nella giusta luce l'attualità del Liceo Classico, con una serie di appuntamenti tra lettura, musica, danza e incontri su vari temi. L’iniziativa torna venerdì 11 gennaio, quando si apriranno le porte dei licei classici anche di Ravenna, Lugo e Faenza, in sinergia con quanto avviene in tutta Italia in 433 Licei.

Al Liceo Classico Dante Alighieri di Ravenna, dalle 20.30 alle 23.30, giovani studenti si esibiranno, come di consueto, in svariate performance, caratterizzanti del loro indirizzo di studi, con letture pubbliche, recitazioni, concerti, brevi rappresentazioni teatrali, degustazioni a tema, proiezioni di corti e dibattiti, allestimenti di varia natura.

Gli eventi a Faenza

Al Torricelli di Faenza si parte alle 18.30 con i saluti istituzionali e un momento musicale, poi dalle 19 alle 20 gli studenti incontreranno Pietro De Carli sul tema “Vite di mezzo, testimonianze e riflessioni sulla vita dei migranti”. Tra gli altri eventi in programma vi è un incontro sullo stato degli scavi archeologici di Rontana e un confronto con alcuni studenti delle elementari sui miti greci, ma anche uno spettacolo teatrale ispirato al romanzo “La fattoria degli animali”, di George Orwell. Alle 21 arriverà il filosofo e giornalista Rai Pietro Del Soldà, in un incontro a tema “Noi, Socrate e la ricerca della felicità”, mentre la chiusura è prevista con le letture finali alle 23.

Gli eventi a Lugo

Incontri, rappresentazioni teatrali e letture anche al Liceo di Lugo, dalle 20 alle 22.45 nell’Aula Magna. La serata si aprirà con il benvenuto della dirigente scolastica Giuseppina Di Massa e i saluti del sindaco, Davide Ranalli, dell’assessore alla Scuola, Fabrizio Lolli, e dell’assessora alla Cultura, Anna Giulia Gallegati. A seguire andranno in scena le performance degli studenti con le iniziative delle classi del Liceo.

Aprirà le danze la 1 AG con “Cose che nessuno sa: un’Odissea capovolta”, a cura della professoressa Silvia Pullini, poi la 2 AG presenterà “Letters to Juliet / Letters to Ovid”, a cura dei professori Cinzia Rossi e Filippo Liuti, e la classe 3 AC proporrà “Il paradiso può attendere. Lughesi illustri al vaglio di San Pietro”, a cura delle professoresse Stefania Battaglia e Flavia Montanari. Proseguendo la serata sarà il turno della 4 AC con “Il verso, la forma: le Metamorfosi di Ovidio fra arte e poesia”, a cura dei professori Filippo Liuti e Donatella Bezzi, poi sarà il turno della 5 AC e 5 BC, che presenteranno rispettivamente “L’età dei diritti. L’evoluzione storica della dottrina sui diritti umani”, a cura della professoressa Carla Tison, e “Homines et dominae. Spectaculum latinum semibarbarum”, a cura delle professoresse Donatella Bezzi e Flavia Montanari. 5 AC e 5 BC proporranno in coppia anche “Gaudeamus igitur”, l’inno della goliardia, a cura della professoressa Mirna Pasi, prima della chiusura, che sarà affidata a “Il lamento dell’esclusa”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.