12 gennaio 2019 - Ravenna, Sport

La Consar torna al successo, Monza battuta per 3-2 al termine di un match avvincente

Ravenna spreca due set di vantaggio e un 9-3 nel tie break, ma alla fine ha la meglio degli ex Soli, Orduna e Bucheggher

Va in scena una grande partita nell'anticipo di Superlega del Pala De Andrè, dove la Consar Ravenna subisce la rimonta della Vero Volley Monza dal 2-0 al 2-2, ma riesce a vincere al tie break nonostante una seconda rimonta ospite riapra il match dopo il 9-3 iniziale. Il Porto RoburCosta conquista così due importantissimi punti in classifica, rovinando il ritorno in terra romagnola degli ex Soli, Orduna e Buchegger.

Proprio l'austriaco torna a disposizione dei brianzoli dopo il lungo stop che l'ha tenuto fermo dalla pre stagione, offrendo un contributo decisivo nella rimonta della Vero Volley. Il top scorer dell'incontro è però il solito Rychlicki, anch'egli rientrante dopo l'impegno con la propria nazionale, autore di 25 punti, uno in più dell'avversario Dzavoronok.

La partita

In avvio Coach Graziosi sceglie il sestetto con Argenta, spostando a Rychlicki in banda. La prima fase è però favorevole agli ospiti che si portano avanti fino al 9-14, poi la Consar trova vigore e con l’ace di Saitta torna sotto sul 14-16. Il parziale dei padroni di casa prosegue e Ravenna, prima sorpassa, poi allunga con il muro di Verhees a realizzare il 20-17. Graziosi alza il muro con Raffaelli, che subito firma il 24-19, prima che al terzo tentativo la Consar si porti a casa il set per 25-21.

Il Porto RoburCosta riprende da dove si era fermato nella seconda frazione e scappa subito sul 7-3, ma un buon turno di servizio di Dzavoronok permette a Monza di tornare presto a contatto sul 7-6. Il copione si ripete quando la Consar prova ad allungare sull’11-8, ma gli ospiti ricuciono fino al 16-15. La fuga sul 19-15 è quella decisiva per Ravenna che, grazie di nuovo a un eccellente turno di servizio di Saitta, si porta fino al 22-17, firmato da Argenta. È poi Russo a chiudere i conti al primo tentativo sul 25-20, portando avanti i suoi sul 2-0.

Nella terza frazione arriva la reazione dei brianzoli, che volano subito sul 5-10. Il muro di Rychlicki riporta i padroni di casa sull’8-11, poi un ace di Argenta e un attacco ancora del lussemburghese valgono il -2 sull’11-13. Dalla panchina ospite si alza l’ex romagnolo Bucheggher, che con l’ace del 13-18 lancia il parziale con cui Monza chiude i conti portandosi fino a 14-20. Graziosi prova a rispondere pescando a sua volta dalla panchina e l’ace di Lavia vale anche il 19-22, ma il Vero Volley non sbaglia più e accorcia sul 2-1 vincendo il set per 19-25.

Il quarto parziale si apre in sostanziale equilibrio, ma il primo allungo è degli ospiti sul 9-12. Il muro di Rychlicki riporta subito in parità la Consar è ancora il lussemburghese con l’ace ricuce un nuovo break brianzolo sul 14-14. Nel finale Monza però prende il largo, grazie agli ace di Yosifov (14-18) e Dzavoronok (19-24), riuscendo poi a chiudere il set per 20-25 e pareggiare sul 2-2.

L’avvio del tie break è perfetto per il Porto RoburCosta che scappa sul 5-0 grazie a un parziale aperto dal muro di Verhees e chiuso da due punti in fila, a muro e in attacco di Rychlicki. Ravenna vola sul 9-3 con un’altra doppietta, questa volta di Russo a cavallo del cambio di campo, ma il turno di servizio di Dzavoronok è micidiale e vale agli ospiti un incredibile 0-6 che impatta la partita a quota 9. Le squadre si battono punto su punto in un finale avvincente e anche un po’ teso, complice anche qualche scaramuccia con protagonista l’ex Orduna, ma al primo match point un gran servizio di Verhees costringe gli avversari all’errore in ricezione e Russo corregge il 15-13 che fa esplodere il Pala De André per la vittoria 3-2.

Il tabellino

Consar Ravenna - Vero Volley Monza 3-2 (25-21, 25-20, 19-25, 20-25, 15-13)

Ravenna: Russo 13, Rychlicki 25, Frascio (L), Poglajen 8, Raffaelli 1, Saitta 3, Verhees 3, Goi (L), Argenta 9, Elia, Lavia 6. N.e.: Di Tommaso, Smidl, Marchini. All.: Graziosi. Vice: Greco.

Monza: Calligaro, Dzavoronok 24, Orduna 1, Galliani 7, Arasomwan, RIzzo (L), Ghafour 3, Botto 4, Yosifov 14, Beretta 12, Giannotti, Buchegger 14. N.e.: Buti, Malvesti. All.: Soli. Vice: Parisi.

Arbitri: Frapiccini di Falconara e Braico di Torino.

Note: Durata set: 30’, 29’, 28’, 29’, 21’ tot. 137’. Ravenna (7 bv, 15 bs, 12 muri, 10 errori), Monza (5 bv, 20 bs, 9 muri, 16 errori). Spettatori: 1913 per un incasso di 8032 euro. MVP: Rychlicki.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2018