15 gennaio 2019 - Ravenna, Cronaca

Terremoto a Ravenna, succederà ancora?

Qual è la storia dei terremoti nel nostro territorio?

Terremoto a Ravenna, paura per i cittadini

Come tutti ben sanno, questa notte, alle 00:03, il ravennate (e non solo) ha vissuto in prima persona attimi di terrore, cinque secondi per la precisione, durante i quali ha sentito la terra tremare sotto ai piedi, le finestre vibrare, ha avuto paura che tutto potesse finire in un istante.

Il tutto, seguito da altre scosse minori di assestamento.

Questa notte, il terremoto che ha svegliato molti cittadini dapprima con un forte boato e poi con una scossa del terreno molto forte, tanto da far oscillare le pareti delle case, ha spaventato tutta la cittadinanza.

Paura che viene soprattutto dal terrore di ritrovarsi nelle stesse situazioni di alcuni nostri connazionali che, purtroppo, non sono stati così fortunati come noi.

Sì, perché, nonostante ognuno abbia percepito la scossa molto forte, la potenza del terremoto è stata stimata di magnitudo 4.3 (è stata ricalcolata dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Ingv, alla luce dei calcoli che vengono fatti dopo le prime stime, date in automatico, che invece riportavano come valore 4.6), quindi una potenza abbastanza forte da spaventare ma non sufficiente a creare danni a cose o persone (al massimo soprammobili rotti e qualche piccolo danno, ma nulla di grave. Fortunatamente).

Si tratta della scossa più forte verificatasi nella zona negli ultimi trent’anni.

Ma non è affatto quella più forte nella storia di Ravenna.

Qual è il rischio di sismicità per il nostro territorio?

Inoltre, il problema non è tanto Ravenna, quanto le zone limitrofe, infatti come affermato dall'Ingv: "Se si osserva la storia sismica della città di Ravenna, vale a dire tutti i risentimenti ricavabili dalle fonti documentarie, si nota che sono riportati diversi terremoti che hanno prodotto intensità macrosismiche al sito pari o superiori al 6° grado MCS, quindi al di sopra della soglia che produce danno agli edifici.

La massima intensità storica, pari al 7-8 grado, si è avuta in occasione del terremoto del 22 giugno 1620".

Può succedere ancora?

E’ necessario specificare che, se il comune di Ravenna è inserito nella zona di rischio a sismicità 3 (rischio medio, ovvero zona che può essere soggetta a forti terremoti, ma rari) con la possibilità di terremoti di intensità superiore a 5 sulla scala MSC, la zona circostante è considerata ad alta pericolosità sismica (classe di sismicità 2).

Non è escluso, dunque, che possa verificarsi una scossa di magnitudo 5 o superiore che danneggi edifici storici, necessitanti di ristrutturazione, o costruite senza criteri antisismici.

Quindi sì, è possibile il verificarsi di terremoti capaci di provocare danni in particolar modo ai numerosi edifici antichi presenti, e in generale a quelli costruiti senza criteri antisismici, oltre ovviamente ai beni in essi presenti e alle persone.

Qual è la storia dei terremoti nel territorio Ravennate?

Lo storico Gregorio Caravita, ha elencato 19 terremoti documentati avvenuti a Ravenna tra il 467 e il 1891, anche di grave entità, anche con morti e con rovine notevoli agli edifici, i quali, per esempio, distrussero la basilica di Sant’Apollinare Nuovo, poi ricostruita, la basilica Petriana a Classe, la statua di Ercole Orario nell’attuale piazza dell’Aquila (ove è rimasto il basamento), il campanile di San Vitale, poi ricostruito, oltre a danneggiare più volte il campanile del Duomo e una volta la sua cupola, a far cadere i mosaici della tribuna della chiesa di Sant’Agata, ecc.

Nel 1947, 1966 e 1974 si sono avuti nel ravennate tre eventi sismici non gravi, tra il 3° e il 5° grado”.

In totale quindi Ravenna si è sentita tremare la terra sotto ai piedi almeno 23 volte.

Allora perché ogni anno che passa, le scosse fanno sempre più paura?

La risposta è molto semplice e l’abbiamo trovata chiedendo casualmente ad Ada, una signora di 77 anni che cosa avesse provato durante quei secondi di terremoto.

Lei ha risposto raccontandoci dapprima cosa provò nell’ultima scossa di terremoto avvenuta a Ravenna nel 1974: “Ero in casa con la mia famiglia, abbiamo sentito tremare tutto, che poi, secondo me, ma forse sono i miei ricordi che sono un po’ offuscati, era anche più forte di questa – afferma la 77enne -, ma una cosa me la ricordo bene, non ho avuto certo la paura che ho avuto questa volta.

E’ perché avevo paura di finire senza casa, come quelli ad Amatrice o all’Aquila che fanno vedere al telegiornale, ogni volta che vedo quella povera gente alla televisione mi si spezza il cuore ed ero terrorizzata all’idea di trovarmi nella stessa identica situazione.

Una volta la televisione si usava di meno, non si sapevano tutte queste cose, sentita la scossa uscimmo tutti di casa velocemente, ma appena tutto si fermò rientrammo tranquillamente e continuammo con le nostre mansioni quotidiane, sì un po’ straniti per carità, ma di certo non ero pietrificata come questa volta!

Quale fosse l’epicentro e la potenza del terremoto poi, beh quelle si che erano notizie che arrivavano anche dopo u giorno, adesso, dopo pochissimo mia figlia sapeva già tutto, l’ha letto sul computer, ha detto”.

E' possibile prevedere un terremoto? 

​Purtroppo, scientificamente non è possibile, l'unica cosa che abbiamo a disposizione sono calcoli delle probabilità che però, appunto, ci danno probabilità, non certezze. 

​L'unica cosa da fare, non potendo prevederlo, è quindi preparsi nell'evenienza che ricapiti in un qualunque momento. 

Se non sai quali sono le migliori misure e i migliori comportamenti da adottare, leggi le informazioni utili diffuse dal Comune.

 

Segui le tappe della vicenda: 

15 gennaio 2019 http://www.ravenna24ore.it/news/ravenna/0084108-forte-scossa-terremoto-ravenna-epicentro-lido-di-dante

15 gennaio 2019 http://www.ravenna24ore.it/news/breaking-news/0084110-terremoto-ravenna-oggi-martedi-15-gennaio-scuole-chiuse

15 gennaio 2019 http://www.ravenna24ore.it/news/ravenna/0084111-come-comportarsi-caso-terremoto

15 gennaio 2019 http://www.ravenna24ore.it/news/ravenna/0084112-terremoto-video-del-messaggio-ai-cittadini-del-sindaco-michele-de-pascale​

Tag: terremoto

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.