18 gennaio 2019 - Ravenna, Cervia, Economia & Lavoro

CNA Balneatori: “Validare con urgenza la proroga delle concessioni fino al 2033”

L'associazione ha deciso di raccogliere sin d’ora le prenotazioni per l’inoltro delle istante per la proroga prevista dalla Legge di Bilancio

CNA Balneatori e gli Uffici CNA di Ravenna e Cervia comunicano di essere già pronti a raccogliere le prenotazioni per la presentazione delle istanze specifiche necessarie a richiedere agli Enti Locali la validazione ufficiale della proroga delle concessioni demaniali marittime con finalità turistico-ricreativa, vale a dire quelle legate agli stabilimenti balneari.

L’associazione chiede agli Enti Locali, Regione e comuni, di procedere celermente alla vidimazione della nuova durata delle concessioni demaniali, prorogate dalla Legge di Bilancio fino al 31 dicembre 2033. È in corso, tra CNA e gli stessi Enti Locali, un dialogo per concordare le forme che dovranno essere adottate per giungere al risultato richiesto. L’associazione di categoria comunica quindi di aver deciso di raccogliere sin d’ora le prenotazioni per l’inoltro dell’istanza di vidimazione per ogni singola impresa associata.

“Il rinnovo effettivo delle concessioni – afferma Nevio Salimbeni, responsabile territoriale di CNA Balneatori Ravenna - consentirà alle imprese di mettere in campo una realistica ipotesi di ripresa degli investimenti, oramai necessari nelle strutture di spiaggia, ma fermi da anni proprio a causa della Bolkestein; contribuendo così a ridare vitalità all’intero settore balneare e a tutto l’indotto (turismo, commercio, artigianato, servizi), grazie ad una maggiore credibilità delle stesse imprese in rapporto con il credito bancario”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.