19 gennaio 2019 - Ravenna, Cronaca

Aggredisce e butta la compagna nel fosso pieno di fango

E' solo l'ultima delle numerose violenze subite dalla donna per 9 anni

Divieto di avvicinamento 

Non si potrà più avvicinare alla vittima il 48enne ravennate gravemente indiziato del delitto di maltrattamenti in famiglia e reati connessi, ai danni della convivente, esposta a continue vessazioni verbali, percosse e lesioni.

Come riporta il Resto del Carlino, una donna è stata vittima di ripetute violenze, che si protraggono dal 2010, sia verbali che fisiche, da parte del compagno. 

Violenze negli anni

La donna avrebbe riportato, negli ultimi 9 anni, ecchimosi al volto, trauma commotivo e ferita lacero contusa, contusioni varie e frattura del quarto metatarso del piede. 

In ultimo, lo scorso 5 gennaio, l’uomo l’avrebbe aggredita nell’attività di proprietà, dove la donna lavora, fra l'altro non stipendiata.

In tale occasione, il 48enne l’avrebbe trascinata in strada, gettata nell’attiguo fosso-canale colmo di acqua e fango, incurante delle rigide temperature invernali.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.