8 febbraio 2019 - Turismo, Ravenna, Arte

Turismo in crescita in tutta la Regione, 43 milioni di presenze in Riviera

2018 anno d’oro per tutti i settori, ma Ravenna non appare nei dati autostradali sui caselli più utilizzati

Sono molto positivi i dati sul turismo regionale nel 2018. Con quasi 60 milioni le presenze totali, il 4,7% in più del già buon 2017, lo scorso anno si rivela d’oro per tutta la Regione Emilia-Romagna, che vede crescere ognuno dei settori analizzati, dalla Riviera all’Appennino, dalle Città d’arte alle Terme, fino alle altre mete al di fuori degli itinerari tradizionali.

Aumentano sia le presenze di turisti italiani (+4,2%) che di stranieri (+6,3%), e risultano in crescita anche gli arrivi, che si attestano a 13,7 milioni con un +7% totale (+6,8% di italiani e +7,8% di stranieri). Tra i settori la Riviera si rivela ancora una volta quello di maggiore attrattiva, facendo registrare quasi 43 milioni di presenze e 7 di arrivi (rispettivamente +2,2% e +2,9%), mentre il secondo comparto è quello delle città d’arte, che fanno registrare un boom con un incremento del +11,2% delle presenze, che arrivano a 7,8 milioni, e del +14% degli arrivi, che raggiungono i 3,6 milioni.

La Riviera

Nel dettaglio, sono 42 milioni e 851mila le presenze registrate in Riviera nel 2018, che fa registrare un aumento maggiore tra i turisti stranieri (+4,3% di presenze e +4,1% di arrivi) rispetto agli italiani (+1,6% le presenze, +2,6% gli arrivi).

I dati sui caselli autostradali segnalano un incremento complessivo del +0,8% rispetto al 2017, degli autoveicoli in uscita ai caselli autostradali della Riviera. Crescita superiore alla media per Ferrara Sud (+3,5%), Valle del Rubicone (+3,8%), Riccione (+2,1%) e Cattolica (+1,3%), mentre le uscite nel ravennate non appaiono tra più utilizzati. Ancora una volta quindi i collegamenti stradali meno immediati sembrano penalizzare il turismo a Ravenna.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.