10 febbraio 2019 - Ravenna, Sport

Derby da incubo per l’OraSì, Forlì domina dal primo all’ultimo minuto

93-73 il finale, i giallorossi incassano 29 punti nel primo quarto e non si rialzano più

È una domenica da incubo quella dell’OraSì Ravenna, che perde nettamente per 93-73 il derby a Forlì. Di fronte agli oltre 300 tifosi giallorossi in trasferta la squadra di Coach Mazzon sprofonda già nel primo quarto, dove incassa ben 29 punti in 7’, e non riesce più a tornare a contatto.

Ai ravennati non bastano i 28 punti di Adam Smith, Forlì domina su entrambi i lati del campo trascinata dall’ex Giachetti (19 punti) e manda ben 6 giocatori in doppia cifra.

La partita

In un clima caldissimo i primi minuti sono terreno di conquista dell’ex Giachetti, che si ricorda della pessima prestazione nel match di andata e firma i 9 punti che valgono l’immediato allungo forlivese sul 20-11. L’OraSì è arrendevole in difesa e confusionaria in attacco, e la rubata con canestro e fallo in contropiede di Lawson vale il +14 sul 25-11. Ravenna incassa 29 punti in poco più di 7’ (29-14), ma riesce a contenere il divario a -8 grazie ai canestri di Smith e a una tripla di Montano per 29-21.

Il secondo quarto è aperto dalla tripla di Johnson e i primi due punti di DiLiegro valgono per i padroni di casa il nuovo allungo in doppia cifra sul 37-24. Solo i liberi sbagliati da Forlì impediscono agli ospiti di affondare e, grazie a una tripla di Smith e 5 punti in fila di Montano, Ravenna piazza un parziale di 0-8 per il -5 (37-32). I giallorossi di Coach Mazzon si incagliano nuovamente prima di riuscire a riaprire i giochi e le troppe palle perse a un sontuoso Giachetti (15 punti e 100% dal campo nel primo tempo) di riportare il vantaggio forlivese in doppia cifra, sul 49-39 con cui le squadre tornano negli spogliatoi.

La tripla di Marini apre il secondo tempo nel migliore dei modi per l’Unieuro (52-39) e Ravenna affonda definitivamente dopo il sussulto del 52-44. Ancora le troppe palle perse ospiti, unite alla crescita di Marini, portano allo strappo definitivo: Smith commette il suo quarto fallo e Forlì allunga fino al +16 del 30’, quando il tabellone segna 73-57.

La partita è ormai segnata e il quarto periodo serve solo a prolungare i festeggiamenti del pubblico di casa, che vedono gli ospiti affondare oltre i 20 punti di distacco con la tripla di Johnson per il 79-58. Gli ultimi 7’ sono utili solo per le statistiche e Forlì porta a casa il derby con un sonoro 93-73, mentre molti tifosi giallorossi contestano l’OraSì.

Il tabellino

Unieuro Forlì – OraSì Ravenna 93-73 (29-21, 49-39, 73-57)

Forlì: Giachetti 19, Marini 17, Johnson 14, Donzelli 10, Lawson 17, Bonacini 1, Oxilia 5, Divas, Signori, Tremolada, All. Valli.

Ravenna: Laganà 7, Smith 28, Cardillo 5, Masciadri, Hairston 16, Montano 12, Jurkatamm 2, Gandini 3. Ne: Rubbini, Seck, Baldassi, Tartamella. All. Mazzon.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.