11 febbraio 2019 - Ravenna, Sport

La Conad apre la seconda parte di stagione con una vittoria

All'Olimpia Teodora servono 5 set, ma alla fine Orvieto è battuta al tie break

Si apre con una vittoria l'avventura della Conad Olimpia Teodora Ravenna nel Pool Promozione di Serie A2. Le ragazze di Coach Caliendo battono per 3-2 Orvieto al PalaCosta e cominciano a scalare la classifica, sorpassando Martignacco grazie ai due punti conquistati.

In una partita tesa e ricca di errori, soprattutto in avvio, le padrone di casa si portano meritatamente avanti 2-1 e sprecano con un blackout nel finale del quarto set l'occasione per chiudere 3-1, ma riescono alla fine a trionfare al tie break, anche grazie alla sontuosa prova di Yaremis Mendaro, che piazza 27 punti e mette a terra tutte le palle decisive del quinto parziale.

La partita

Al fischio d’inizio coach Nello Caliendo schiera lo starting six composto da Agrifoglio al palleggio, Gioli e Torcolacci centrali, capitan Bacchi e Lotti sulle bande, Mendaro opposto, Rocchi libero. Dal lato opposto del taraflex, Matteo Solforati fa scendere in campo capitan Prandi al palleggio, Montani e Ciarrocchi al centro, la ex D’odorico e Stavnetchei attaccanti di posto 4, Decortes in diagonale, Cecchetto libero.

Avvio di partita non facile per le padrone di casa che si trovano subito sotto 0-3 e incassano 2 ace di Ciarrocchi per l’1-6. I muri di Bacchi e Gioli riportano la Conad a contatto sul 6-7, ma Orvieto scappa nuovamente sul 10-15 en l’attacco dell’ex D’Odorico si porta sul 13-19. La reazione dell’Olimpia Teodora è veemente e il parziale di 6-0 lanciato dai muri di Torcolacci e chiuso da quello di Mendaro vale la parità a quota 19. Ravenna si spegne però sul più bello e le ospiti sul 20-20 piazzano la zampata decisiva, con 5 punti consecutivi per chiudere il primo set per 20-25.

Anche nella seconda frazione Orvieto parte meglio e, anche se viene raggiunta sul 2-2 dallo 0-2, riesce ad allungare fino al 5-8. La reazione ravennate non tarda ad arrivare e Gioli firma l’aggancio a quota 10 e il primo vantaggio della Conad sull’11-10. Il parziale è combattuto, con le ospiti che tornano avanti sul 12-14, ma vengono riprese sul 15-25 dal muro di Torcolacci. L’ace di Mendaro vale il nuovo sorpasso sul 19-18 e la Conad allunga anche sul 22-19. Orvieto cerca il colpo di coda e pareggia a quota 22, ma due attacchi consecutivi di Mendaro decidono il set per il definitivo 25-23.

Il terzo parziale si apre al meglio per le padrone di casa che si portano prima 2-0 e poi 4-1 grazie a Mendaro. Orvieto trova il 5-5 e sorpassa sul 10-12, ma, dopo il 13-16 firmato con un ace da Prandi, la Conad trova il break del pareggio a quota 16, messo a terra da Gioli. Le ospiti provano un nuovo allungo, ma Ravenna reagisce ancora e sorpassa con il muro di Torcolacci per il 21-20. Il parziale si allunga grazie a Mendaro, che segna due volte per il 24-20 a cavallo di un ace di Bacchi, e Ravenna chiude al primo tentativo sfruttando un errore avversario per il definitivo 20-25.

Quarta frazione che vede Orvieto allungare subito sul 3-8 grazie a uno 0-5 di parziale, ma le padrone di casa trovano la pronta reazione con un 4-0. Gioli firma il sorpasso sul 10-9 e due ace di Mendaro valgono il 13-10, ma la Conad non riesce a scappare definitivamente e viene raggiunta sul 16-16. L’ace di Stavnetchei vale il sorpasso sul 16-17 e un blackout delle ragazze di Coach Caliendo permette alla Zambelli di volare fino al 17-24, chiudendo poi il set per 18-25 e forzando la quinta frazione.

I muri di Bacchi e Gioli regalano a Ravenna il primo allungo nel tie break sul 4-2. La Conad tocca il 6-3, cambia campo sull’8-6 e con Gioli vola sul 10-7. Orvieto tenta un’ultima rimonta tornando fino all’11-10, ma una strepitosa Mendaro firma 3 cambi palla consecutivi chiudendo i conti sul 15-13 per la definitiva vittoria per 3-2.

Il commento di Coach Nello Caliendo

“È stata una partita ricca di risvolti positivi – commenta l’allenatore della Conad a fine match –. Onestamente non è stata una bellissima partita con molti errori da una parte e dall’altra. C’è però da sottolineare che noi siamo in crescita. Altre volte, infatti, in situazioni simili, abbiamo perso la testa e abbiamo fatto molti più errori. Stavolta siamo riusciti a restare incollati all’agonismo della partita e il tie break ci ha dato ragione”.

Il tabellino

Conad Olimpia Teodora Ravenna – Zambelli Orvieto 3-2 (20-25, 25-23, 25-20, 18-25, 15-13)

Ravenna: Bacchi 15, Mendaro 27, Gioli 20, Torcolacci 6, Agrifoglio, Calisesi, Rocchi (L), Ubertini, Lotti 10, Vallicelli.

N.e: Altini, Aluigi. All.: Nello Caliendo. Vice all.: Francesco Guarnieri.

Muri 14, ace 4, battute sbagliate 13, errori ricez. 7, ricez. pos 51%, ricez. perf 25%, errori attacco 17, attacco 37%.

Orvieto: Angelini 2, Montani 15, Ciarrocchi 5, Cecchetto (L), Bussoli, D’odorico 13, Stavnetchei 15, Prandi 3, Decortes 19. N.e.: Mucciola, Venturini. All.: Matteo Solforati. Vice all.: Luca Martinelli.

Muri 9, ace 8, battute sbagliate 10, errori ricez. 4, ricez. pos 51%, ricez. perf 24%, errori attacco 13, attacco 35%.

Durata set: 23‘, 28’, 26‘, 24’; 16’; tot. 117‘

Arbitri: Roberto Pozzi e Rachela Pristerà.

Spettatori: 500 circa.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019