11 febbraio 2019 - Ravenna, Sanità

L’Urologia di Ravenna al top in Italia nella tecnica laparoscopica mininvasiva

All’ospedale “Santa Maria delle Croci” si terrà un corso sul trattamento laparoscopico delle neoplasie urologiche

Il reparto di Urologia dell’ospedale di Ravenna fa scuola per quanto riguarda la chirurgia del rene e della prostata con la tecnica laparoscopica mininvasiva. Si terrà infatti domani, martedì 12, e mercoledì, presso il “Santa Maria delle Croci”, con i responsabili scientifici, dottor Giorgio Bruno e dottor Fabiano Palmieri, un corso di laparoscopia pratica riguardante il trattamento laparoscopico delle neoplasie urologiche con particolare attenzione al trattamento delle neoplasie renali e prostatiche, con partecipanti da tutta Italia.

La tecnica laparoscopica mininvasiva

Grazie a un’esperienza decennale, da circa cinque anni anche in ambito di chirurgia prostatica per tumore, l’unità operativa di Urologia di Ravenna, diretta dal dottor Salvatore Voce, vanta oltre 130 pazienti trattati.

La tecnica di chirurgia laparoscopica rappresenta uno standard di eccellenza per quello che riguarda il trattamento delle neoformazioni del rene e della prostata. I vantaggi in termini di ripresa post operatoria, degenza ospedaliera e conservazione della continenza urinaria e della qualità della sessualità per quanto riguarda la chirurgia prostatica sono nettamente superiori se confrontati con la chirurgia tradizionale a cielo aperto.

Tag: urologia

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.