15 febbraio 2019 - Ravenna, Cronaca

Spacciavano cocaina nel proprio bar, coppia arrestata dai Carabinieri

Ad insospettire i militari dell’Arma e della GdF un via vai di molti assuntori di stupefacenti

È stata portata a termine nel pomeriggio di mercoledì un’operazione congiunta dell’Arma dei Carabinieri e dalla Guardia di Finanza che ha portato all’arresto di una coppia di italiani con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, un 59enne originario della provincia ravennate, proprietario di un bar a ridosso del centro cittadino, avrebbe piazzato la droga proprio all’interno della propria attività.

Il bar è stato tenuto d’occhio dai Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Ravenna, che hanno notato un sospetto via vai di molti soggetti conclamati assuntori di stupefacente. Mercoledì i militari della Radiomobile, coadiuvati dall’unità cinofila della Compagnia della Guardia di Finanza, hanno fatto irruzione nell’esercizio commerciale, dove sono state rinvenute svariate dosi di cocaina, dietro al bancone del bar e nell’autovettura del proprietario.

La perquisizione è proseguita presso l’abitazione della coppia dove, alla presenza della donna, 53enne originaria del Lazio, l’abilità di “BAC”, il cane antidroga delle Fiamme Gialle, ha permesso di rinvenire un’altra notevole quantità di stupefacente, materiale da taglio, per frazionare e confezionare le dosi singole da cedere al dettaglio. La sostanza e tutto il materiale rinvenuto sono state sequestrate, mentre la coppia è stata arrestata con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Nella mattinata di ieri, giovedì 14, il Giudice del Tribunale Ravennate ha convalidato il fermo e imposto a entrambi la custodia cautelare in carcere in attesa della prossima udienza.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.