19 maggio 2019 - Ravenna, Eventi, Arte

Ravenna Festival, per il terzo anno Cristina Muti torna alla scoperta delle energie creative della Romagna

Dal 20 al 24 maggio

“Alla scoperta delle energie creative della Romagna”

Pronti a ripartire alla scoperta delle energie - e dei sogni - dei più giovani? Anche quest’anno Ravenna Festival incontra i ragazzi che hanno risposto all’invito di Cristina Mazzavillani Muti per prendere parte al percorso “Alla scoperta delle energie creative della Romagna”. Per il terzo anno consecutivo il Teatro Alighieri, luogo simbolo della città e del Festival, diventa uno spazio per mettersi in gioco, ricevere suggerimenti e consigli, condividere la propria passione con la Direzione del Festival ma anche con il pubblico che avrà libero accesso alle audizioni, in programma dal 20 al 24 maggio, indicativamente dalle 14 alle 19.

Mentre la XXX edizione della manifestazione si prepara a salpare “per l’alto mare aperto”, con un ricco calendario di eventi in programma dal 5 giugno al 16 luglio, il Festival continua a disegnare la mappa della creatività attraverso lo sguardo dei più giovani. Il percorso, non finalizzato al costituirsi di un cast o al conferimento di premi, è infatti prima di tutto un censimento delle giovani energie del territorio, nella consapevolezza che questi cinque giorni di incontri sono per i ragazzi una possibilità di farsi conoscere, ma anche una preziosa opportunità per la Città e il suo Festival di scoprire e apprezzare un altro e sorprendente punto di vista sulle arti, quello delle nuove generazioni.

Singoli e gruppi - iscritti senza preselezione, dagli 8 ai 18 anni - si esibiranno senza limiti alle discipline artistiche presentate né ai contenuti. Sono armati di violino, viola, violoncello, chitarra classica o elettrica, trombone, sassofono o flauto traverso, pronti a definire il ritmo sulla batteria o al pianoforte, danzare sulle punte o nelle scarpe da tip tap, sfoderare le loro mosse di hip hop o di street dance; hanno scelto il canto o il canto lirico, la ginnastica ritmica, la performance multimediale, la scrittura o la recitazione; oppure hanno combinato due o più di queste discipline.  
“Mettere in campo queste energie è il sistema più fecondo per lavorare in seno alla nostra comunità - sottolinea Cristina Muti -, e voglio continuare questo percorso, che in modi diversi ha sempre accompagnato il mio modo di essere. Un Festival che voglia essere un punto di riferimento per tutti coloro che amano la musica e l’arte non vive soltanto di grandi interpreti internazionali e grandi produzioni, ma anche di sensibilità e attenzione per quelle giovani energie creative che germogliano proprio sotto i nostri occhi”. Energie che non solo germogliano, ma crescono: chi ha già partecipato nel 2017 e/o 2018 ha potuto tornare a iscriversi, in questo caso senza il limite dei 18 anni, un’occasione per valutare il cambiamento.

Il progetto

L’iniziativa non ha come scopo il conferimento di premi né il costituirsi di un cast per uno spettacolo, quanto continuare il censimento delle giovani energie creative del territorio, offrendo agli iscritti la possibilità di ricevere suggerimenti e consigli. Non ci sono esclusioni o limiti alle discipline artistiche presentate né ai contenuti, sempre liberamente scelti dai partecipanti: sono ammesse le arti dello spettacolo (senza distinzione né esclusione di generi), ma anche arti multimediali e discipline sportive, purché contemplino una componente artistica.

La chiamata

“A volte è proprio lo sguardo dei più giovani che rivela prospettive sorprendenti –  sottolinea Cristina Muti –, perché nel loro mettersi in gioco, senza preconcetti, senza falsi pudori, anche le nostre convinzioni e la nostra percezione si trasformano e si rinnovano”.

Anche quest’anno sarà il Teatro Alighieri ad aprire le porte ai più giovani, cui sarà offerta la possibilità di rispondere a una chiamata che è un segnale di apertura del mondo di chi opera per la cultura nei confronti dei ragazzi, per stimolarne l’impegno e la creatività. E, nel caso di chi abbia già partecipato all’iniziativa nel 2017 o nel 2018, anche un’occasione per ripresentarsi e valutare insieme la crescita e il cambiamento.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.