24 febbraio 2019 - Ravenna, Sport

La Conad rimonta e batte Martignacco, ma lascia per strada un punto

Dopo un avvio incerto le ragazze ravennati portano a casa il match al tie break

Servono 5 set alla Conad Olimpia Teodora per avere la meglio dell'ultima della classe Martignacco al PalaCosta. Dopo un avvio incerto, che vede le padrone di casa finire sotto per 1-2, Ravenna rimonta e vince 3-2, perdendo però per strada un punto che potrebbe risultare decisivo nella corsa ai playoff. Non bastano le ottime prestazioni di Mendaro, autrice di 24 punti, e capitan Bacchi, 22, per ottenre il bottino pieno.

La partita

Consuetò sestetto per Coach Caliendo la Conad parte bene portandosi sul 3-1 e poi sul 6-3 con Lotti, ma le ospiti con un parziale di 0-7 ispirato da due ace di Pozzoni ribaltano tutto sul 6-10. Ravenna torna a contatto due volte sul 9-10 e sul 14-15, ma viene respinta sull’11-15 prima e sul 15-20 poi. Coach Caliendo prova a inserire Ubertini per Lotti, ma è Mendaro con l’ace del 18-20 a lanciare la rimonta delle padrone di casa. La stessa cubana firma il pareggio a quota 21 e la frazione si protrae ai vantaggi, dove entrambe le squadre usufruiscono di 3 set point. È Martignacco ad avere la meglio, chiudendo i conti grazie a due muri consecutivi per il definitivo 28-30.

L’Olimpia Teodora subisce il contraccolpo psicologico e finisce subito sotto 2-6 nella second frazione, poi però Bacchi con 3 punti trascina le sue compagne all’immediato aggancio sul 7-7. L’ace di Pozzoni vale l’8-9 ospite, ma la Conad supera sul 12-10 e allunga fino al 14-11 sfruttando i molti errori avversari. Il quarto servizio vincente di Pozzoni, aiutata dal nastro, accorcia sul 17-16 e Martignacco trova la parità sul 17-17. Coach Caliendo cambia regia inserendo Vallicelli per Agrifoglio e la scossa arriva alla squadra, che allunga nuovamente con l’ace di Bacchi (19-17) e gli attacchi di Ubertini e Mendaro per il 21-17. Le ospiti provano la reazione, ma Ravenna non lascia spazio a rimonte e ancora con la capitana chiude il set per 25-22.

Terzo set che non si apre in maniera positiva per le ravennati, che dopo lo 0-2 iniziale subiscono l’ace di Molinaro e l’ottima prestazione a muro delle avversarie finendo sotto 2-9. Bacchi prova a trascinare le compagne alla rimonta e l’Olimpia Teodora si riavvicina sul 5-10, ma l’altra capitana Caravello cambia marcia e regala alle ospiti la fuga decisiva, con l’ace di Gennari a segnare addirittura il 7-16. Il set è ormai compromesso per la Conad, che non riesce ad avvicinarsi più del 14-20 e cede il passo per 16-25.

Nella quarta frazione arriva la reazione di Ravenna, che parte subito 3-0 e non si volta più indietro. Le padrone di casa si portano sul 5-1, poi con due muri di Torcolacci e l’attacco vincente di Bacchi allungano ulteriormente sul 9-3. La fuga non si ferma e le Leonesse sul 14-7, poi è Mendaro a muro a conservare il vantaggio sul 18-11. Ancora la cubana firma l’attacco del +8 sul 20-12 e un errore ospite al servizio regala il 2-2 per 25-16 alla Conad, che prolunga la partita al tie break.

Nel quinto parziale le due squadre si ribattono punto su punto, con il muro di Mendaro a portare avanti la Conad sul 7-6. Appena dopo il cambio campo è Lotti a regalare alle padrone di casa il primo break (9-7), poi ancora Mendaro con l’ace firma il 10-7. Martignacco prova la reazione e si riporta sul 10-9, ma nel finale l’Olimpia Teodora è perfetta e la solita Mendaro chiude i conti con il muro del 15-11, suo sesto punto personale nel tie break.

I commenti

Al termine dell’incontro coach Nello Caliendo ha rimarcato: “Purtroppo d’ora in poi di partite facili non ce ne sono. Nella Pool Promozione ci sono le squadre migliori, quello che fa la differenza è l’intensità di gioco e la continuità. Sicuramente oggi abbiamo fatto qualche set un po’ altalenante però alla fine il risultato ci ha premiato. Agonisticamente giocare con una squadra con nomi importanti ci galvanizza forse un po’ di più. Di contro c’è il fatto tecnico, queste squadre giovani variano molto il gioco e i colpi d’attacco e di conseguenza nelle letture fatichiamo un po’. Ora pensiamo alla trasferta a Caserta e in settimana cercheremo di preparare al meglio la partita”.

Yare Mendaro, top scorer della partita ha dichiarato: “Non penso che questa sia stata la nostra migliore prestazione e credo che possiamo dare molto di più. Questo è stato un anno particolarmente complicato per noi e dobbiamo continuare a lavorare forte tenendo alta la concentrazione. Oggi non siamo partiti bene ma alla fine la squadra è venuta fuori, è venuta fuori la voglia di vincere soprattutto in casa. Abbiamo giocato un bel tie break e questa vittoria ci serve per il morale e la fiducia. Ora pensiamo a Caserta che è una trasferta insidiosa, anche perché in trasferta dobbiamo migliorare il nostro rendimento”.

Il tabellino 

Conad Olimpia Teodora Ravenna – Itas città fiera Martignacco 3-2 (28-30, 25-22, 16-25, 25-16, 15-11)

Ravenna: Bacchi 22, Mendaro 24, Gioli 3, Torcolacci 5, Agrifoglio 3, Calisesi, Rocchi (L), Ubertini 7, Lotti 12, Vallicelli. N.e: Altini, Aluigi. All.: Nello Caliendo. Vice all.: Francesco Guarnieri.

Muri 11, ace 3, battute sbagliate 6, errori ricez. 6, ricez. pos 44%, ricez. perf 18%, errori attacco 15, attacco 34%.

Martignacco: Pozzoni 18, Turco, Pecalli, Martinuzzo 12, De Nardi (L), Beltrame, Caravello 15, Sunderlikova 9, Molinaro 21, Gennari 3. All: Marco Gazzotti. Vice All.: Massimiliano De Vit

Muri 16, ace 6, battute sbagliate 16, errori ricez. 3, ricez. pos 57%, ricez. perf 28%, errori attacco 13, attacco 32%.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019