26 febbraio 2019 - Ravenna, Cultura

Ravenna ancora una volta al centro dell'attenzione, questa volta ce la racconta Topolino

Ecco come cambiano tutti i personaggi nella storia ambientata nella nostra città del 540 d.C.

Topolino racconta Ravenna e Classis

Su Topolino 3301, in edicola domani, mercoledì 27 febbraio, una delle storie, Pico di Bisanzio e il mosaico barbaro è ambientata nella Ravenna del 540 d. C.

Ecco come cambiano i personaggi

Dall’idea dello sceneggiatore Roberto Gagnor e del disegnatore Giampaolo Soldati, Paperone diventa Paperoniano nei panni dell’Imperatore Giustiniano, Rockerduck è Rockerico nei panni del re dei Goti, I Bassotti diventano La B.B.B (Banda Bassotti Barbari) al servizio di Rockerico con il compito di sabotare i maestri del mosaico chiamati da Paperoniano, Ciccio è Ciccioacre da Merenda, Paperoga è Paperoghila da Impiastren, Paperino è Paperinico da Sfortunhaus, tre artisti reclutati all’ultimo minuto da Paperone.

Oltre a questa storia, che ha preso spunto dall’inaugurazione del Classis Ravenna, all’interno del magazine vi sono due pagine dedicate al Museo, con foto ed approfondimenti.

L'offerta riservata dal RavennAntica a chi si presenta con la copia di Topolino

Per l’occasione, a tutti i ragazzi che si presenteranno al Museo con una copia di Topolino 3301 RavennAntica riserverà un ingresso ridotto, valido anche per un accompagnatore, pari a € 5 a persona (anziché € 7).

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019