12 marzo 2019 - Ravenna, Politica

Guerrieri amministratore di AMR, Ancisi (LpR): “Nomina come debito politico”

Secondo il leader di Lista per Ravenna l’incarico sarebbe legato al l’appoggio di IxC all’attuale Sindaco

Nuova polemica sollevata dal leader di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi, che attacca il Sindaco a proposito della nomina dell’ex assessore all’ambiente Guido Guerrieri ad amministratore unico dell’Agenzia della Mobilità Romagnola. Secondo Ancisi l’incarico sarebbe da ricondurre all’appoggio al PD nelle scorse elezioni da parte della lista IxC, il cui leader era proprio Guerrieri.

L’attacco di Ancisi

“L’attuale sindaco PD di Ravenna Michele De Pascale - spiega in una nota il capogruppo di LpR -, deve la sua stentata elezione del 2016 alle manciate di voti strappati da una serie di sottoliste e listine e i loro esponenti in credito di riconoscenza erano già stati ripagati, a spese della comunità, con poltrone varie di amministratore pubblico”.

Per questo motivo, secondo Ancisi, Guerrieri sarebbe stato rimunerato, “incoronandolo amministratore unico di AMR per tre anni, al costo pubblico di 23.860 euro l’anno, più spese di trasporto e di missione”. 

L’accusa di organici gonfiati

“L’Agenzia della Mobilità Romagnola - prosegue Ancisi -, composta dai 68 Comuni e dalle 3 Province della Romagna, ha unificato nel 2017 le tre agenzie provinciali di Ravenna, Forlì e Rimini che  ‘governavano’, nei rispettivi territori, i trasporti pubblici su bus, affidati principalmente a Start Romagna: obiettivo primo risparmiare sul personale e sui costi”.

“Ai 18 dipendenti arrivati in AMR dalle tre ex agenzie provinciali si sono però aggiunti subito due altri impiegati; a fine 2018 è stato assunto un nuovo quadro direttivo; nel 2019 si aggiungerà una figura di direttore generale: cosicché quest’anno i costi del personale, visto il bilancio di previsione, aumenteranno sul 2018 di 143 mila euro”.

“In tal modo - conclude la nota del leader di LpR - AMR mette insieme un organico di 11 comandanti (un amministratore unico, un dirigente con funzioni di direttore generale, due dirigenti, sette quadri direttivi), che capeggiano 11 soldati”.

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.