12 marzo 2019 - Ravenna, Cronaca

Berkan B, Gazzolo: “Campionamenti in corso in queste ore”, Bertani (M5S): “Regione in ritardo”

Polemica tra l’assessora alla difesa del suolo e della costa, protezione civile e politiche ambientali e il consigliere

Rispondendo a un’interrogazione a risposta in aula di Andrea Bertani, consigliere del Movimento 5 Stelle, l’assessora Gazzolo ha riferito a proposito del relitto della Berkan B, abbandonato da più di dieci anni alla Pialassa dei Piomboni, nella laguna di Punta Marina nel comune di Ravenna, che è già attivo un intervento di Arpae a supporto della capitaneria e che si sta valutando di interpellare i ministeri competenti per risolvere definitivamente il problema.

Il nuovo attacco del pentastellato non si è fatto attendere: “Le parole dell’assessore Gazzolo dimostrano come sul caso della Berkan B continui ad esserci un incredibile rimpallo di responsabilità che di fatto sta moltiplicando a dismisura il rischio ambientale di una zona che dovrebbe essere protetta. E il fatto che solo oggi ARPAE, ormai a quasi 10 giorni dall’ulteriore affondamento del relitto, abbia deciso di muoversi per effettuare i primi campionamenti è la conferma del ritardo con cui la Regione si sta muovendo”.

La polemica

Nell’interrogazione Bertani aveva parlato di “immobilismo inaccettabile” e aveva chiesto “l’intervento immediato da parte dell’assessorato regionale”, sottolineando anche come a poche centinaia di metri siano presenti, da anni, altri tre cargo, oltre a un altro relitto ormai quasi totalmente affondato. Occorre, ha concluso, “rimuovere subito questi resti”.

In risposta Paola Gazzolo è intervenuta segnalando: “In queste ore Arpae, a supporto della capitaneria di porto, sta intervenendo in loco per le operazioni necessarie al campionamento del relitto”. A valle di questa attività, ha poi concluso, “valuteremo anche la necessità di attivarci con i ministeri competenti per sollecitare una soluzione complessiva per un territorio che merita grande attenzione dal punto di vista ambientale e naturalistico”.

Le parole dell’assessora non hanno però soddisfatto il consigliere pentastellato, che ha aggiunto a valle della risposta: “Attendiamo che ARPAE, che guarda caso proprio oggi ha iniziato i campionamenti dell’area, svolga il suo lavoro e che la Regione predisponga al più presto un piano per la bonifica dell’intera zona e che non dovrebbe riguardare solo la Berkan B ma anche tutti gli altri relitti di navi abbandonati in pieno Delta del Po. Come MoVimento 5 Stelle vogliamo tenere alta l’attenzione su questo tema e solleciteremo la Regione ad intervenire. Quello che vogliamo assolutamente evitare è che la situazione in Pialassa venga dimenticata per altri dieci anni”. 

Segui le tappe della vicenda: 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.