21 marzo 2019 - Ravenna, Economia & Lavoro, Società

Ravenna protagonista di un servizio della tv giapponese

Girato presso il Terminal Container TCR

Servizio della tv giapponese sui rapporti commerciali tra Italia e Cina 

Questa mattina una troupe della televisione pubblica del Giappone Nippon Hoso Kyokai  (Japanese Corporation) ha realizzato un servizio presso il Terminal Container Ravenna (società partecipata da Sapir e Contshipitalia) inerente in  particolare i rapporti commerciali tra Italia e Cina.

Il servizio, che andrà in onda in Giappone la mattina del 23 marzo è prodotto dalla redazione di NHK Europe e si avvale dell'intervista a Riccardo Sabadini presidente di Sapir ed a Giannantonio Mingozzi presidente di TCR.

Porto di Ravenna e imprenditoria cinese

Entrambi hanno apprezzato l'interesse rivolto al porto di Ravenna da parte della Cina e della imprenditoria cinese più qualificata; crediamo sia motivato soprattutto dalle prospettive di sviluppo legate alla realizzazione del nuovo Hub Portuale, con un graduale adeguamento delle nostre infrastrutture ed il costante miglioramento delle tecnologie, dei fondali e delle nuove banchine nonchè  dei servizi a disposizione delle linee marittime e degli operatori internazionali.

Le parole di Sabadini e Mingozzi

A proposito Sabadini ha ricordato come "Sulla logistica e su nuove aree a disposizione per investimenti e per accrescere la nostra offerta commerciale e di interesse industriale, una caratteristica peculiare del nostro scalo, vi sia piena disponibilità al confronto con quanti intendono impegnarsi sul porto di Ravenna anche in collaborazione con Sapir e nel rispetto delle normative vigenti e delle relazioni istituzionali".

A sua volta Mingozzi ha citato "Gli importanti investimenti compiuti in questi anni da TCR con nuove gru e tecnologie per la movimentazione dei container, servizi all'avanguardia nel rispetto della sicurezza degli operatori e capaci di ridurre i tempi delle varie operazioni; siamo molto interessati alle relazioni commercali con il mondo cinese e quello che rappresentano linee navali intraprendenti verso merceologie che l'Emilia Romagna offre e che l'economia della nostra regione rappresenta in tutto il mondo, e per questo  il nostro scalo, unico in Emilia Romagna, si candida come partner disponibile e attrezzato". 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.