9 aprile 2019 - Ravenna, Faenza, Società

Vinitaly 2019. Due ravennati vincono il premio “Carta Canta”

Un faentino riconosciuto come “Ambasciatore dei vini dell'Emilia Romagna”

Premio “Carta Canta”: due ravennati fra i vincitori

Come ormai da tradizione, anche in questo Vinitaly si è tenuta la cerimonia di consegna del riconoscimento del Premio “Carta Canta”, rivolto ai gestori di ristoranti, enoteche, bar, agriturismi, hotel e stabilimenti balneari in Emilia Romagna, in Italia o all’estero che propongono un assortimento qualificato di vini regionali all’interno dei propri menù.

Nell'edizione 2019 del Premio “Carta Canta” i riconoscimenti sono stati conferiti a: Ristorante Badessa di Casalgrande (Re), Trattoria da Noemi di Ferrara, Degusto di Bologna, Cantina di via Firenze di Forlì, Hotel Levante di Bellaria – Igea Marina (Rn), Passatelli 1962 di Ravenna, Bagno Spiaggia 30 di Lido di Classe (Ra), Da Andrea Cattolica di Cattolica (Rn), Trattoria San Giovanni di Rimini, Vino Bistrò di Los Angeles.

Gli “Ambasciatori dei vini dell'Emilia Romagna” (da sx) Riccardo Isola, Helena Kyriakid, Enzo Radunanza

"Un riconoscimento importante – afferma Ambrogio Manzi, Direttore di Enoteca Regionale Emilia Romagna che ha istituito il premio alcuni anni fa– che da anni testimonia l'impegno e la volontà di promuovere e valorizzare la produzione vitivinicola regionale da parte degli operatori del settore ristorativo. Veicolo straordinario che come Enoteca ci teniamo ogni anno a riconoscere".

Il faentino Riccardo Isola riconosciuto come “Ambasciatore dei vini dell'Emilia Romagna”

Parallelamente sono stati consegnati anche i 5 riconoscimenti di “Ambasciatore dei vini dell'Emilia Romagna” a giornalisti e opinion leader che, nella loro storia e attraverso il proprio lavoro, si sono contraddistinti per la promozione e valorizzazione dei vini regionali. I premiati sono stati il faentino Riccardo Isola (Settesere), il bolognese di adozione Enzo Radunanza (direttore La Gazzetta del Gusto), la londinese, bolognese d’adozione, Helena Kyriakides (agenzia Yummy Italy), il piacentino Giorgio Lambri (quotidiano Libertà) e il giapponese Ari Takeuchi brand ambassador in Giappone per Terre Cevico. Medesimo riconoscimento è andato anche al comico romagnolo Paolo Cevoli.

 

Tag: vinopremio

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.