10 aprile 2019 - Ravenna, Eventi, Società

Celebrato oggi il 167° anniversario della fondazione della Polizia di Stato

Presentate anche le statistiche dell’ultimo anno: +20% di furti in abitazione, in calo tutti gli altri reati

La Polizia di Stato ha celebrato oggi il 167° Anniversario della Fondazione con una cerimonia che si è svolta nel Palazzo Rasponi dalle teste di piazza J.F. Kennedy.

Il Questore Rosario Eugenio Russo, prima di procedere all’analisi della situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nella provincia di Ravenna, ha voluto soffermarsi sul tema celebrativo della ricorrenza della fondazione della Polizia di Stato che quest’anno si sintetizza nelle parole “Esserci Sempre” ovvero il proposito e l’impegno che parte dalla Polizia di Stato affinché i cittadini, il cui crescente bisogno di sicurezza viene quotidianamente palesato in diverse forme, possano contare, in ogni momento, sull’istituzione , pur con tutti i limiti dei suoi appartenenti.

In chiusura della cerimonia sono state consegnate le ricompense al valore civile e per merito di servizio agli appartenenti alla Polizia di Stato che si sono particolarmente distinti in servizio. Prima della consegna delle ricompense al personale, il Questore ha voluto ricordare tutti i Caduti in servizio che hanno sacrificato la loro vita per la difesa della libertà, del diritto, della democrazia del nostro Paese.

Le statistiche dell’ultimo anno

Nell’anno in considerazione è stata ulteriormente potenziata l’attività di controllo del territorio con posti di blocco nei punti nevralgici della provincia ad opera di tutte le Forze di Polizia, con un calo dei reati di natura predatoria del 4%, mentre il totale di tutti i delitti consumati in provincia è diminuito del 6%.

I furti con strappo sono diminuiti del 46%, quelli ai danni di esercizi commerciali ha avuto una diminuzione dell’11%, quello dei furti con destrezza un calo del 12%, mentre, purtroppo, i furti in abitazione hanno avuto un aumento del 20 %.

Anche le rapine hanno fatto registrare una diminuzione del 22 % con un calo addirittura del 71% per quanto riguarda le rapine in banca, del 36% per quanto riguarda le rapine in esercizi commerciali e del 16% per le rapine in pubbliche vie, mentre le rapine in pubblici esercizi sono diminuite in un anno del 35 %.

Controlli e arresti

Nell’anno trascorso la strategia operativa della Polizia di Stato è stata ulteriormente affinata con l’aumento delle volanti su strada con specifici controlli del territorio attuati con posti di blocco nei punti più nevralgici della provincia unitamente alle altre Forze dell’ordine e dall’impiego settimanale del Reparto Prevenzione Crimine; l’attività delle sole Volanti della Polizia ha portato all’arresto di 48 persone e alla denuncia di altre 351, di cui ben 235 stranieri; sono stati controllati dalle Volanti anche 328 esercizi pubblici e contestate 63 violazioni amministrative.

Gli interventi sono stati 2200, le persone controllate quasi 22363, mentre sono pervenute al “113” circa 35.000 telefonate con 5210 richieste di intervento e 32.000 veicoli controllati.

L’attività degli uffici operativi della Questura ha portato all’arresto di 149 persone, mentre 1057 sono state quelle denunciate in stato di libertà per reati di varia natura, con un aumento degli arrestati del 25% rispetto all’anno precedente. Delle persone arrestate, 78 sono extracomunitari.

Il lavoro degli uomini e delle donne della Squadra Mobile si è focalizzato su numerose indagini, sia delegate dall’Autorità Giudiziaria che d’iniziativa che ha consentito di arrestare 42 persone, mentre quelle indagate in stato di libertà sono state 104; altre 62 persone sono state raggiunte da ordini di custodia cautelare in carcere.

Operazioni antidroga

Numerose sono state le operazioni antidroga effettuate in questo periodo dagli uomini della Squadra Mobile, con il sequestro di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti che confermano, la costante diffusione tra fasce diverse di popolazione dell’uso di sostanze stupefacenti.

A questo proposito nell’ambito dell’attività denominata “Scuole sicure”, dallo scorso ottobre ad oggi, sono stati effettuati 26 servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di stupefacenti nei pressi degli Istituti Scolastici

Documenti emessi

Sono stati irrogati 300 Fogli di Via Obbligatori con divieto di ritorno a Ravenna per tre anni a persone pericolose non residenti nel nostro territorio, mentre 511 sono le persone sottoposte ad avviso orale.

Il Tribunale di Ravenna, su proposta della Questura, ha emesso 9 sorveglianze speciali mentre è stato emesso un DASPO sportivo e sette DASPO c.d. “urbani”. Sono stati, altresì, emessi n.26 ammonimenti sia per episodi di violenza domestica che per atti persecutori, mentre gli esercizi pubblici chiusi su ordine del Questore, per ragioni di sicurezza pubblica, sono 13.

Molto capillare è stata, anche, l’attività della Divisione Amministrativa nelle sue varie articolazioni, che si è concretizzata con il rilascio di 13.356 passaporti e documenti validi per l’espatrio; sono state, altresì, rilasciate e rinnovate numerose autorizzazioni in materia di armi.

L’attività sulle strade

La Polizia Stradale, ha contestato oltre 12.300 infrazioni di cui 127 per guida in stato di ebrezza, ritirato 242 patenti di guida e rilevato 272 incidenti stradali con 185 feriti e 6 persone decedute.

Immigrazione

Nell’ultimo anno sono stati accompagnati alla frontiera 23 extracomunitari con gravissimi precedenti penali, 19 sono stati ristretti nei CIE e 95 gli stranieri espulsi con l’ordine del Questore.

Nei 12 mesi trascorsi sono stati elaborati e consegnati 10.792 permessi di soggiorno ed emessi 170 decreti di rigetto per mancanza dei requisiti.

In provincia oggi sono regolarmente soggiornanti 32.915 cittadini extracomunitari.

Attualmente sono presenti nelle strutture di accoglienza della Provincia 532 profughi richiedenti asilo distribuiti nelle 60 strutture sparse su tutto il territorio provinciale.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.