16 maggio 2019 - Ravenna, Cronaca

Daini. Legambiente: "Si tengano a bada i fucili"

La protesta contro l'abbattimento di alcuni esemplari

Legambiente contro l'uccisione dei daini

Legambiente Ravenna interviene sull'argomento molto discusso dell'uccisione di alcuni esemplari di daini nella pineta di Classe in quanto considerati pericolo per la popolazione. 

"Ricomincia la vicenda dei daini nella Pineta di Classe. Una vicenda che solo qualche anno fa ha vergognosamente generato comportamenti al limite del buon senso sia da parte della provincia che da parte dei cacciatori concedendo un abbattimento ingiustificato di 67 esemplari.

Un accanimento nei confronti di esemplari che non hanno colpe di insistere su questo territorio e che si trovano alla mercè di un divertimento malsano e spesso privo di un’effettiva utilità ecologica, ma che stagionalmente fa comodo alla politica.

Prima di istigare alla pulizia dei fucili, si valutino interventi finalizzati al contenimento dello spostamento dei daini alle estremità della pineta con opportuni dissuasori, oltre a considerare possibili modalità eradicanti alternative all’abbattimento, ma solo dopo aver effettivamente valutato imparzialmente l’entità della popolazione presente" commenta Legambiente.

Valutare preventivamente eventuali operazioni alternative all’abbattimento.

Proprio su quest’ultimo punto Legambiente ne rammenta la possibilità come indicato dalla Legge 157/1992 art. 19 “Controllo della fauna selvatica” che definisce la necessità di valutare preventivamente eventuali operazioni alternative all’abbattimento.

L’associazione si appella poi ad "un’oculata valutazione degli effettivi danni procurati dagli animali senza spingersi agli allarmismi".

“Non devono essere gli allarmismi ingiustificati, ne tantomeno gli eventuali interessi elettorali a delineare il destino di questi animali, tra l’altro già soggetti ad attività di bracconaggio, ma piuttosto il buon senso tipico di una società intellettualmente sviluppata” – sottolineaLegambiente.

Infine, rispondendo al PRI: “sparare bendati contro dei daini è sicuramente molto più becero che prendere posizioni ambientaliste in loro difesa, con valore critico e ponderato ” - conclude Legambiente. 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.