25 maggio 2019 - Ravenna, Lugo, Cronaca, Economia & Lavoro

Chiuso il Mercatone di Russi. Sindacati: "I lavoratori sono a casa"

Dal Tribunale di Milano la sentenza di fallimento

Caso Mercatone: dal tribunale di Milano sentenza di fallimento

Riportiamo si seguito il comunicato stampa inviatoci da Filcams Cgil Ravenna, Uiltucs Uil Ravenna e Fisascat Romagna a proposito della sentenza di fallimento di Shernon holding Srl che comporta la chiusura immediata del Mercatone di Russi mettendo in difficoltà molti lavoratori che si trovano ora a non sapere cosa ne sia del loro futuro. 

"I lavoratori sono a casa dal lavoro"

"Filcams Cgil Ravenna, Uiltucs Uil Ravenna, Fisascat Romagna e i lavoratori di Shernon holding Srl - che ha acquisito nell'estate scorsa i 55 punti vendita di Mercatone - hanno saputo, nella serata di ieri, che il Tribunale di Milano ha pubblicato la sentenza di fallimento di Shernon.  I lavoratori di Mercatone di Russi hanno appreso dalla direzione aziendale la chiusura immediata del punto vendita e sono fin da oggi a casa dal lavoro.

L'azienda subito all'indomani dell'acquisizione ha dimostrato di non avere i requisiti sia economici che organizzativi per garantire il rilancio dell'attività, creando nell'immediato un debito importante che ha fatto sì che chiedesse, al tribunale di Milano, nel mese di marzo scorso un concordato per consentire di trovare investitori che garantissero la continuità aziendale. Tuttavia non ci aspettavamo una sentenza di fallimento così repentina.

Come dichiarato dal Mise, in occasione dell’incontro del 18 marzo scorso, i 55 punti vendita passati a Shernon e gli oltre 1.800 lavoratori coinvolti saranno riassorbiti dall’amministrazione straordinaria nominata dal MISE. Tuttavia non sappiamo cosa succederà successivamente.

Pertanto già per la mattinata di lunedì, i sindacati locali di categoria hanno indetto un'assemblea sindacale nella sede della Cgil di Russi, dove verranno poste sul tavolo tutte le iniziative e le mobilitazioni finalizzate a sensibilizzare le istituzioni coinvolte per cercare soluzioni che diano risultati seri e concreti a lavoratori e lavoratrici che, da anni, vivono una situazione lavorativa drammatica".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.