25 maggio 2019 - Ravenna, Sport

Olimpia Teodora: presentato Coach Simone Bendandi, tra le centrali novità Guidi e conferma Torcolacci

Il nuovo allenatore ravennate: “Avrò la possibilità di crescere e mettermi in gioco”

È stato presentato questa mattina, alle ore 10.15, presso la sede della società in via Trieste, 86, il nuovo Coach della Conad Olimpia Teodora, Simone Bendandi. Nel frattempo continua a prendere volto la nuova squadra e, dopo le conferme del capitano Lucia Bacchi e del libero Giulia Rocchi, al centro del nuovo sestetto ci sarà per un altro anno la giovane Alice Torcolacci, che sarà affiancata da Ludovica Guidi, classe 1992 proveniente da Soverato.

Alice Torcolacci in azione nella scorsa stagione
Alice Torcolacci in azione nella scorsa stagione

Le due centrali

Cresciuta nel Volley Urbania PU, Alice Torcolacci, centrale, classe 2000, disputerà la quarta stagione consecutiva a Ravenna, dopo la promozione conquistata nel 2017 in B1 con la Teodora e i due anni al centro della Conad Olimpia Teodora di Serie A2.

“Sono molto felice – afferma Alice – di questa conferma perché vuol dire che il mio impegno e la mia crescita sono state apprezzate. A Ravenna mi sono sempre trovata molto bene e mi fa piacere poter continuare a lavorare per migliorarmi qui”.

Ludovica Guidi, centrale nata a Cecina e alta 185 cm, ha iniziato la propria carriera nelle giovanili della Pallavolo San Vincenzo. Dopo 8 stagioni in Serie A di cui una in Francia, approda a Ravenna dopo aver incontrato la Conad da avversaria con Soverato.

“È un onore per me cominciare questa nuova avventura in una società con il blasone dell’Olimpia Teodora – spiega Ludovica -, quindi quando mi hanno contattato non ci ho messo molto per accettare. Arrivo a Ravenna con la volontà di lavorare sodo e migliorarmi, mettendomi al servizio della squadra con l’obbiettivo di appassionare il pubblico così da portare sempre più gente a vedere le partite. Mi fa molto piacere ritrovare come capitano Lucia Bacchi, con cui ho esordito in Serie A: anche se la squadra non è ancora completa, trascinate dalla sua grinta, sono convinta che potremo dare fastidio a tutte le avversarie”.

Il nuovo Coach

Nato il 7 agosto 1976 a Ravenna, Simone Bendandi, figlio di Aldo, colonna dei Vigili del Fuoco Ravenna in A1, vanta una lunga carriera da palleggiatore iniziata nel Messaggero Ravenna, quando era allenato da Skiba, Fresa e Bonitta e chiusa nel 2013 con la vittoria nei playoff di B1 con il Porto Donati. Dal 2016 nello staff dell’Olimpia, ha allenato Serie D e Under 16 e conquistato la promozione in Serie A2 nel 2017 come vice allenatore della prima squadra. Stesso ruolo ricoperto poi anche a Scandicci in Serie A1 per le successive 2 stagioni, prima di questo ritorno nella propria città che coincide con la prima esperienza da capo allenatore. Dal 2018 il Coach ricopre inoltre il ruolo di assistente nella nazionale femminile argento agli ultimi mondiali.


Il Presidente Paolo Delorenzi e il nuovo Coach Simone Bendandi

I commenti

All’incontro, aperto a tutti, hanno partecipato anche alcuni tifosi che hanno potuto fare la conoscenza con il nuovo Coach, introdotto dalle parole del Presidente Paolo Delorenzi: “Simone è stata fin da subito la nostra prima scelta perché sappiamo che è una garanzia. So che dovrà faticare molto perché nessuno è profeta in patria, però è una figura all’altezza di quello che si aspetta il pubblico di Ravenna, ovvero di vedere l’Olimpia Teodora avvicinarsi alla propria grande storia. Sono convinto che il legame con la città stessa farà in modo che anche i tifosi facciano di tutto per dare il modo a lui di affermarsi”.

“Sono emozionato – ha confessato Coach Simone Bendandi – nel tornare qui e rivedere persone con cui sono cresciuto. Non ci ho messo più di una notte per prendere la decisione di firmare per l’Olimpia Teodora, quando ho capito che il Presidente e i dirigenti, che ringrazio per avermi dato questa opportunità, stavano creando basi solide per parlare di un percorso che Ravenna si merita. La passione che mi hanno trasmesso mi ha acceso e ho scelto questa squadra perché mi dà la possibilità di crescere e mettermi in gioco. Il nostro obiettivo è quello di far appassionare la città, vogliamo trasmettere il lavoro e l’impegno che metteremo in palestra, ma ci sarà certamente bisogno di tutti, perché per fare questo avremo bisogno di tutto il sostegno della gente, che si deve sentire parte integrante condividendo il progetto con un filo diretto”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.