29 maggio 2019 - Ravenna, Società, Sport

A Ravenna oltre 200 atleti disabili per la 5a edizione di “Giocando senza frontiere”

Si sfideranno in diversi sport nell’iniziativa organizzata dalla Cooperativa sociale La Pieve e dal CSI di Ravenna

“Dalla parte degli ultimi per sentirsi primi… anche nello sport!”. È questo il pensiero che ha sempre accompagnato Giocando Senza Frontiere, la cui quinta edizione si terrà domani, giovedì 30 maggio dalle 9 alle 15 presso il campo di atletica Marfoglia di Ravenna, messo a disposizione gratuitamente dal presidente di Athletic Accademy Ravenna Urbano Lega. La manifestazione sportiva è dedicata a tutte le persone con disabilità di età compresa fra i 18 e i 65 anni dei servizi diurni e residenziali gestiti dalle cooperative sociali della provincia di Ravenna e della Regione Emilia-Romagna ed è organizzata dalla Cooperativa sociale La Pieve e dal CSI di Ravenna.

I partecipanti

Dopo l’ottimo riscontro registrato nelle passate edizioni, in questo quinto anno sono attese circa 350 persone tra atleti e accompagnatori (200 gli atleti), provenienti dai servizi di Ravenna, Cervia, Faenza, Lugo, Rimini e Carpi.

I partecipanti si cimenteranno in diverse attività: velocità 25 m, staffetta a squadre con passaggio di testimone, percorso di motricità globale, marcia 400 m, lancio del vortex e corsa delle carrozzine.

Giocando senza Frontiere gode del Patrocinio del Comune di Ravenna - Assessorato allo Sport, del CIP e della Regione Emilia-Romagna ed è realizzato grazie al contributo di: Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna, Gemos, Opera di Santa Teresa del Bambino Gesù, Deco Industrie, Forno Virna, Pubblica Assistenza. Tra i partner dell’iniziativa anche Ravenna Cammina ASD.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.