30 maggio 2019 - Ravenna, Lugo, Economia & Lavoro

Crisi Mercatone Uno. AltraER chiede tutele per i dipendenti, in 200 a rischio in regione

Per “l’ottenimento dei trattamenti di integrazione straordinaria”

L'interrogazione di L'Altra Emilia Romagna

Interrogazione targata L’Altra Emilia Romagna sulla chiusura dei punti vendita dell’azienda Mercatone Uno.

Il fallimento della impresa Shernon Holding (multinazionale che nel 2018 ha acquisito i negozi dell’azienda emiliana), si legge nell’atto ispettivo, “ha comportato un sostanziale licenziamento, comunicato peraltro via social network, per 1.800 lavoratori (più di 200 attivi nei punti vendita nelle province di Bologna, Ferrara e Ravenna)”.

Trattamenti di integrazione straordinaria

Da AltraER si rileva che “il ministero dello Sviluppo economico evidentemente non ha verificato la sostenibilità economico-finanziaria e aziendale dell’impresa acquirente”. In più, si rimarca, “a questi 1.800 lavoratori non verrà applicata la tutela di reddito”.

Da L’Altra Emilia Romagna si chiede quindi al governo regionale un impegno diretto a favore dei dipendenti dell’azienda per “l’ottenimento dei trattamenti di integrazione straordinaria".

Leggi altro sulla crisi del Mercatone Uno:

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.