13 giugno 2019 - Ravenna, Cronaca

"Totalmente contrari allo sperpero di denaro dei ravennati per la redazione e la pubblicazione di questa testata"

L'opposizione contro il giornale 'Ravenna Informa'

"Ravenna Informa" e l'opposzione 

A proposito della distribuzione in corso, ad opera del Comune di Ravenna, del giornale "Ravenna Informa" (in allegato), entro il quale l'amministrazione comunale stessa ha riservato ai gruppi che compongono il consiglio comunale una pagina ai gruppi di maggioranza e una pagina ai gruppi di opposizione, i sette gruppi di opposizione hanno deciso di rinunciare ai propri rispettivi spazi e all'esposizione dei propri simboli e denominazioni, esponendo invece, con un messaggio unitario a tutta pagina (qui sotto), le ragioni per cui "sono totalmente contrari allo sperpero di denaro dei ravennati per la redazione e la pubblicazione di questa testata".

"Tutti i gruppi di opposzione sono totalmente contrari allo sperpero di denaro dei ravennati per la redazione e la pubblicazione di questa testata, la quale, tramite appalto esterno, sarà distribuita in 76 mila copie di qui fino alle prossime elezioni comunali, costando alla comunità oltre mezzo milione di euro. Ci pare evidente l'intenzione del sindaco PD e della sua maggioranza di usarla come pubblicità elettorale. 

L'intera opposizione è altresì fortemente avversa all'immissione nell'ambiente di oltre 400 quintali di carta stampata destinata al macero, essendo già abbondantemente esistenti alternativi canali di informazione cittadina. 

Per questi motivi ed altri, che ci riserviamo di denunciare, l'intera opposizone non intende utilzzare questa pagina come propaganda pagata da pantalone".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.