13 giugno 2019 - Ravenna, Eventi, Sport

Lo sport che unisce: calcio a 5 per valori di integrazione, solidarietà, lealtà, tolleranza e spirito di gruppo

In occasione del programma di eventi “La musica senza barriere” 

Lo sport che unisce

In occasione del programma di eventi “La musica senza barriere”  del Ravenna Festival e dell’ Orchestra Giovanile Luigi Cherubini si è svolto presso la Casa Circondariale il primo Torneo di calcio a cinque disputato tra le squadre dello staff del Ravenna Festival, dei musicisti dell’Orchestra Cherubini e dei detenuti di questo Istituto Penitenziario.

Il calcio d’inizio è stato dato dal Prefetto della Provincia di Ravenna che ha anche effettuato la premiazione delle squadre unitamente al Questore, al Comandante Provinciale dei Carabinieri e al Vicario del Questore.

Il torneo di calcio a 5

Presenti per lo staff di Ravenna Festival Antonio De Rosa, Carla Del Frate, Arianna Morganti, Fabio Ricci ed il mister Davide Ballardini.

Grande il valore trattamentale dell’ iniziativa: il calcio rappresenta infatti uno degli elementi fondamentali del percorso rieducativo delle persone ristrette, attraverso il quale vengono veicolati valori di integrazione, solidarietà, lealtà, tolleranza e spirito di gruppo. La serata si è conclusa all’interno dell’area verde dove è stata offerta a tutti gli ospiti la pizza preparata e sfornata dai detenuti della Casa Circondariale.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.