29 giugno 2019 - Ravenna, Cultura

Mar. Incassi crollati, precipitate anche le sponsorizzazioni

Un luogo che, in passato più che ora, ha goduto di un rigoglioso successo

Mar, meno incassi, pochissimi sponsor

All’indomani dall’ultimo giorno della mostra “Oliviero Toscani. Più di 50 anni di magnifici fallimenti” si continua a domandarsi quali sono le prospettive per il futuro del Museo d’Arte della Città di Ravenna.

Un luogo splendido che negli anni passati ha goduto di un rigoglioso successo accogliendo mostre di rilevanza nazionale, attirando turisti da ogni dove per la ricchezza dei suoi contenuti e l’originalità delle sue proposte, ma che ora non può vantare ottima salute.

Più trasferimenti da parte del Comune

L’affermazione del Mar negli ultimi anni sta infatti perdendo sempre più forza e vitalità registrando un crollo degli incassi derivanti dai biglietti e dal bookshop del museo.

Situazione aggravata drasticamente dalle sponsorizzazioni che si rivelano bassissime implicando la necessità di un sempre maggiore intervento economico da parte del Comune di Ravenna che deve trasferire al Museo centinaia di migliaia di euro, cifre che obbligano alla riflessione se si pensa che per anni Palazzo Merlato non ha dovuto trasferire nemmeno un centesimo all’attività.

Tag: mar

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.