7 luglio 2019 - Ravenna, Cronaca

Giovane aggredisce un’anziana: le sferra due pugni in faccia e uno nella schiena

In zona Gulli

Anziana aggredita nella Gulli

Un episodio intriso di ben poca umanità quello avvenuto nella zona della Gulli nella giornata di venerdì ai danni di una donna anziana la cui unica colpa era quella di volere un po’ di pace e tranquillità e ciò l’ha portata ad essere vittima di aggressione da parte di un giovane.

Stando a quanto raccontato dall’anziana, un ragazzino (probabilmente minorenne e con problemi di tossicodipendenza) si sarebbe recato nel palazzo in cui vive la donna in quanto lì vi si trova un altro ragazzo, descritto come spacciatore, il quale vive nell’appartamento di sopra, luogo in cui esso fa anche il badante per un’altra signora anziana.

Secondo la vittima, il giovane si sarebbe recato nell’appartamento di sopra e sarebbe scoppiata una lite fra i due, probabilmente per motivi di denaro. 

Dopo l’accesa discussione, il presunto spacciatore/badante sarebbe riuscito a fare uscire l’altro ragazzino dal palazzo, ma quest’ultimo, non datosi per vinto, avrebbe quindi deciso di spaccare il vetro della porta d’ingresso del palazzo.

Dall’aggressione verbale a quella fisica

E’ stata questa la goccia che ha fatto traboccare il vaso e che ha spinto l’anziana ad uscire dal suo appartamento per chiedere al ragazzo di smettere di fare tutto quel baccano disturbando la quiete pubblica che spetta di diritto, specialmente a chi di una certa età in quanto più bisognoso di un sereno riposo.

Il ragazzo non avrebbe però reagito bene sin dall’inizio: alla richiesta lui avrebbe risposto con la squallida affermazione: “Stai zitta vecchiaccia di m….” risposta immediatamente controbattuta dalla donna. La reazione del giovane allora pare essere stata immediata: le avrebbe sferrato due pugni in faccia e uno nella schiena, dopodiché, siccome stava arrivando la Polizia, si sarebbe dato alla fuga.

La condizione diffusa di spaccio nella zona della Gulli non solo è deturpante per l’immagine ed il decoro della città, ma è estremamente pericolosa per tutti gli abitanti della zona, specialmente le categorie più fragili come anziani e bambini che, per un nonnulla, rischiano l’aggressione da parte di venditori ed acquirenti di sostante stupefacenti che, per nella maggior parte dei casi, hanno valori (se così possiamo chiamarli) che non li fermano nell’aggredire qualcuno di innocente per i motivi minimi più svariati, come è successo a questa anziana, colpevole solo di aver richiesto un po’ di silenzio.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.