12 luglio 2019 - Ravenna, Cultura, Arte

Le copie dei mosaici antichi di Ravenna in mostra a Salonicco

La mostra inaugurata ieri nella città greca

Alla presenza dell'ambasciatore d'Italia ad Atene, Efisio Luigi Marras, dell'assessore al Turismo del Comune di Ravenna Giacomo Costantini, del sindaco di Salonicco e delle massime cariche della direzione dei musei archeologici del ministero dei Beni Culturali greco, è stata inaugurata ieri a Salonicco una nuova edizione della mostra delle copie dei mosaici antichi di Ravenna, che resterà esposta alla Rotonda di Galerio fino al 30 ottobre.

I partecipanti alla cerimonia di apertura non hanno perso l’occasione di fotografare o scattarsi selfie accanto alle opere e in particolare alla riproduzione del pannello del corteo imperiale di Teodora.

La Rotonda, Patrimonio dell’Umanità Unesco dal 1988, è un mausoleo romano di forma circolare decorato con mosaici. L'edificio non fu mai utilizzato: il corpo di Galerio fu sepolto in Dacia e il mausoleo fu trasformato in chiesa (la "rotonda di San Giorgio") sotto Teodosio I. Oggi il monumento è una delle attrazioni principali della città greca, visitato ogni anno da migliaia di turisti.

La mostra delle copie dei mosaici antichi di Ravenna è inserita nel programma culturale dell'ambasciata d'Italia ad Atene, Tempo Forte, che offre un ricco calendario di iniziative che mira alla creazione di una collaborazione strutturata e a lungo termine tra operatori italiani e greci, interessati ad approfondire i legami culturali tra i due Paesi.

La mostra fa seguito ai concerti de Le vie dell’Amicizia diretti dal maestro Riccardo Muti al teatro di Erode Attico sotto l'Acropoli di Atene e al Pala De André di Ravenna, organizzati da Ravenna Festival in collaborazione con Festival di Atene ed Epidauro e l'ambasciata d’Italia ad Atene.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.