14 luglio 2019 - Ravenna, Cronaca

Intrusioni, furti, vandalismo, violenza, alcol, droga e spaccio: i cittadini vogliono più controlli

La richiesta di maggior sicurezza viene dal Comitato Nuova Isola San Giovanni

I cittadini chiedono più sicurezza

Riportiamo di seguito il comunicato con il quale il Comitato Nuova Isola San Giovanni espone tutte le criticità sociali che riguardano la zona stazione, Speyer, Pallavicini e Carducci fra le quali: intrusioni, furti, vandalismo, violenza, alcol, droga e spaccio.

I cittadini richiedono più controlli che garantiscano la loro sicurezza, la quiete che gli spetta di diritto e che assicurino un arginamento del degrado che investe tale zona.

“Siamo alle solite”

"Dopo “attimi” di tranquillità durante i quali ci siamo illusi che le cose fossero davvero un po’ cambiate ecco di nuovo le criticità che ci toccano da sempre!

Un mesetto fa un’intrusione in una casa di via Don Bosco, giorni fa un’intrusione in locali chiusi, spaccando una finestra, con conseguente utilizzo dei bagni che sono stati trovati in condizioni vomitevoli, due giorni fa un furto in abitazione di via Monghini, stanotte una serie di vetture sfregiate in via Carducci, gente che si picchia, la sera spesso urli e schiamazzi fino a tardi...e gente che consuma alcol in barba all’ordinanza che lo vieterebbe; ma si sa, anzi lo sanno, che dopo una certa ora i controlli non ci sono o, se ci sono, sono sporadici.  

Sono riusciti persino ad inventarsi il comprare alcol in un negozietto di alimentari e consumarlo ai tavolini del bar di fronte (a quell’ora chiuso), lasciando a terra tutti i vuoti, le cicche e quant’altro… Ci stiamo chiedendo se non sarebbe ora di vietare la vendita di alcol a questi alimentari che tutto sono tranne che alimentari, tranne uno, che oltretutto spesso trasgrediscono alle norme di igiene e che non capiamo di cosa campino, visto che non vediamo affluenza di compratori se non la sera, per comprare alcol appunto. Addirittura ce n’è uno che non apre mai prima delle 17,30/18,00 e che la proprietaria del quale è stata persino filmata di notte, caricare sulla macchina i vuoti delle birre per portarli altrove, lontano?

E le telecamere che ci sono costate tanti quattrini fanno il loro lavoro, saranno visionate spesso o solo su richiesta?

Perché avendo saputo che le registrazioni “restano” solo sei giorni dovrebbero richiedere attenzioni particolari!

Vorremmo puntare l’attenzione sul fatto che il problema droga esiste, eccome, anche se ora con le scuole chiuse è un po’ diminuito, ma è un problema che resta nascosto e fatto di sotterfugi, poco evidente agli occhi dei più.

 L’alcol invece porta degrado, sporcizia, rumori molesti, bivacchi, orinatoi...e chi più ne ha più ne metta.

E qui zona stazione, Speyer, Pallavicini, Carducci, le “rivendite” sono troppe.

Non da ultimo ci sono i disagi creati alle strutture ricettive che si vedono spesso cancellare prenotazioni proprio a causa di tutto quanto sopra esposto".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.