16 luglio 2019 - Ravenna, Cronaca

Vista a rubare in un negozio cerca di disfarsi della refurtiva e tenta la fuga

Fermata dagli agenti

La segnalazione del dipendente

La Polizia di Stato ha indagato in stato di libertà una 62enne cittadina italiana, per il reato di furto aggravato.

Qualche pomeriggio fa, una Volante della Questura di Ravenna è intervenuta presso un noto negozio di abbigliamento della periferia est della città, per la segnalazione di un furto.

Al loro arrivo i poliziotti hanno trovato ad attenderli un dipendente dell’esercizio commerciale, addetto alla sicurezza interna, il quale ha indicato loro un’auto con a bordo la presunta ladra, che è stata immediatamente bloccata.

L’uomo, ha dichiarato agli agenti di aver notato la donna aggirarsi per le scaffalature del negozio e prendere alcuni capi di abbigliamento per poi occultarli nella borsa.

La donna, che è uscita dal negozio oltrepassando le casse senza corrispondere il dovuto, è stata raggiunta dal vigilante che le ha chiesto di rientrare per pagare la merce.

Prova a disfarsi della refurtiva, poi tenta la fuga

Nella circostanza la presunta ladra si è invece diretta verso una vicina attività commerciale, ove raggiunti i servizi ha tentato di liberarsi di parte della refurtiva.

In seguito dopo essere salita a bordo della propria auto ha cercato di darsi alla fuga, ma è stata prontamente bloccata dai poliziotti.

All’interno dell’auto gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato un paio di sandali rubati qualche decina di minuti prima dal vicino negozio di calzature.

Pertanto la donna, pregiudicata, è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria per il reato di furto aggravato.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.