1 agosto 2019 - Ravenna, Economia & Lavoro

Graziano Gozi è il nuovo direttore di Confesercenti

Sostituisce Roberto Lucchi

Graziano Gozi nuovo direttore Confesercenti

“Da questo mese – afferma Graziano Gozi - ho il piacere di assumere la direzione della Confesercenti provinciale di Ravenna. Si tratta di un passaggio importante poiché avviene dopo circa 30 anni di responsabilità in capo all’amico Roberto Lucchi. Da tempo ho avuto la fortuna di conoscere Roberto: una persona che stimo per capacità professionali e doti umane. Sono consapevole che sarà difficile sostituirlo ed esserne all’altezza”.

“Il passaggio è doppiamente importante – prosegue il direttore della Confesercenti - in quanto sancisce un momento “storico”: a 70 anni dalla sua nascita, le Confesercenti di Ravenna e quella cesenate (che di anni ne ha 68) hanno deciso di affidarsi ad una direzione unificata. Una scelta fortemente voluta dagli organismi dirigenti delle nostre realtà che aggregano le forze per fare più e meglio il ruolo di Associazione di categoria a tutela dei Soci. Vogliamo prendere il meglio che ognuno di noi ha per poterlo trasferire all’altro, aumentare la collaborazione fra gruppi dirigenti e aree rappresentanza”.

Graziano Gozi

Gozi, 51 anni, ha alle spalle una importante e consolidata esperienza all’interno della Confesercenti, dove ha ricoperto diverse responsabilità ed esperienze nel territorio romagnolo (dalla sede di Cesenatico alla direzione comprensoriale di Cesena) e a livello nazionale (dove ha ricevuto l’incarico di seguire le trattative per il rinnovo del contratto di lavoro del commercio e del turismo). Da diversi mesi è presente a Ravenna e nelle varie sedi della provincia incontrando gli operatori, i dipendenti e i gruppi dirigenti locali e provinciali e partecipando alle iniziative promosse dall’Associazione.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.