1 agosto 2019 - Ravenna

Lido di Classe. Inaugurata la nuova difesa dall’ingressione marina, ma scatta la protesta

Muretti a protezione dell’abitato, ridefinizione della quota sommitale dell’argine esistente, realizzazione di dune artificiali e passerelle in legno

Inaugurata la nuova difesa dall’ingressione marina

Questa mattina, giovedì 1 agosto alle 9.30 in via Cadamosto, dietro al bagno Venere, a Lido di Classe, è stato inaugurato l’intervento, realizzato dal Comune con un investimento di 700mila euro (fondi Eni), di realizzazione di una nuova difesa dall’ingressione marina – muretti a protezione dell’abitato, ridefinizione della quota sommitale dell’argine esistente, realizzazione di dune artificiali e passerelle in legno.

Non è stata però un’inaugurazione “spensierata” in quanto vi è stata una protesta da parte di alcune persone le quali ritengono che le passerelle siano barriere architettoniche per disabili ed anziani.

All’inaugurazione è intervenuto il sindaco Michele de Pascale, con la partecipazione degli assessori all’Urbanistica Federica Del Conte, ai Lavori pubblici Roberto Fagnani, del responsabile del Servizio geologico Sergio Nannini e Lorenzo Ceccolini, in rappresentanza di Eni.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.