2 agosto 2019 - Ravenna, Cervia, Politica

Salvini show al Papeete Beach: attacca La Repubblica e lancia la candidatura di Lucia Borgonzoni in Regione

Il vice-premier a Milano Marittima per presentare la Festa della Lega Romagna

Matteo Salvini si prende ancora una volta la scena nazionale e questa volta lo fa dal Papeete Beach di Milano Marittima, dove ieri, 1 agosto, ha partecipato, assieme a Jacopo Morrone, segretario di Lega Romagna, e, Lorenzo Fontana, neo ministro degli Affari Europei, alla conferenza stampa di presentazione della Festa nazionale della Lega Romagna, che si terrà da oggi, venerdì 2, al 6 agosto in Piazzale dei Salinari, e che vedrà lo stesso vice-premier protagonista domani, sabato 3 agosto.

La conferenza stampa

Una gremita folla di giornalisti e fotografi ha partecipato all’incontro in cui Salvini ha spaziato su tutti i temi caldi del paese, illustrando quelli che a suo dire sono i successi del governo e ribadendo le sue posizioni ferme sull’immigrazione e sulla politica economica del governo. La presentazione della kermesse della Lega Romagna è stata inoltre l’occasione per lanciare la candidatura di Lucia Borgonzoni alle prossime elezioni regionali in Emilia-Romagna.

Non sono mancati i momenti di tensione, soprattutto nella parte della conferenza stampa riservata alle domande. Incalzato dal giornalista de La Repubblica Lo Muzio, autore del video da qualche giorno al centro di polemiche per la presenza del figlio di Salvini su una moto d’acqua della Polizia di Stato, il vice-premier ha sbottato, invitando il video-maker ad andare “a riprendere i bambini in spiaggia, visto che le piace tanto”. Dopo un breve botta e risposta tra i due, Salvini ha quindi chiuso limitandosi a dire: “Sta disturbando i colleghi”.

Il caso moto d’acqua

Nel frattempo proseguono gli accertamenti sugli agenti coinvolti nel caso della moto d’acqua, avviati dalla questura di Ravenna. Vengono valutate, da un lato la legittimità della presenza del figlio di Matteo Salvini sulla moto d’acqua, dall’altro gli atteggiamenti degli agenti nei confronti del giornalista di Repubblica, che sottolinea di essere stato minacciato diverse volte.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.