12 agosto 2019 - Ravenna, Cervia, Cronaca

CNA e Confartigianato. Abusivismo e le conseguenze per imprese e clienti

Come segnalare situazioni di irregolarità

CNA e Confartigianato contro l’abusivismo

CNA e Confartigianato mantengono alta l’attenzione per affrontare in modo deciso la problematica dell’abusivismo artigianale, commerciale e più in generale dell’illegalità. Fenomeni sui quali risulta fondamentale intervenire anche se di difficile contrasto perché molto spesso si manifestano in ambito privato.

L’abusivismo è un fenomeno che crea gravi situazioni di squilibrio ad ogni livello, penalizzando le imprese che mantengono un rapporto sano e corretto con la comunità in cui operano a favore di quelle realtà che invece in quella stessa comunità producono solo ricadute negative. I settori che maggiormente registrano situazioni di sofferenza sono: l’impiantistica elettrica e termoidraulica, gli edili, gli imbianchini e i giardinieri; i servizi alla persona, in particolare acconciatura e estetica, l’autoriparazione, i trasporti merci e persone e i fotografi.

Abusivismo e conseguenze  

Combattere l’abusivismo significa stare al fianco degli imprenditori che svolgono la loro attività nel rispetto delle regole, garantendo così anche i consumatori. Chi svolge un’attività abusiva non ha i requisiti minimi della professionalità, non esegue un lavoro a regola d’arte e mette a rischio la sicurezza e la salute dei cittadini. Inoltre non paga le tasse, non versa i contributi, non rispetta i contratti di lavoro né le leggi sull’ambiente e la sicurezza. Infine espone a rischi chi si avvale dei suoi servizi ed esercita una concorrenza sleale nei confronti delle tante imprese regolari che operano nella legalità, mettendo a rischio la loro sopravvivenza.

CNA e Confartigianato hanno incontrato pochi giorni fa la Polizia Municipale di Cervia per intensificare le attività di controllo e rimarcare quanto stabilito nel protocollo di intesa siglato alcuni anni fa con tutti i Comuni della Provincia di Ravenna, alla presenza del Prefetto, per richiedere un’azione di controllo e repressione del fenomeno sempre più mirata ed efficace.

Azioni e modalità di contrasto

Nell’incontro con la Polizia Municipale si sono analizzate le modalità di contrasto per chi opera “abusivamente” in casa o presso il domicilio dei clienti, ma anche su come intervenire sul fenomeno dilagante di chi pubblicizza le proprie prestazioni (in primis estetica e acconciatura) sui media e in particolare sui social network.

Le associazioni artigiane ricordano che proprio per dare risposta concreta alle segnalazioni di abusivismo e irregolarità esistono due indirizzi di posta elettronica dedicate esclusivamente alla raccolta di segnalazioni di abusivismo, lavoro nero e irregolarità. Le caselle stopabusivismo@ra.cna.it e stopabusivismo@confartigianato.ra.it permettono a Cna e Confartigianato di raccogliere informazioni ed inviare denunce mirate all’Amministrazione Comunale ed alle Forze dell’Ordine.

 Il Sindaco di Cervia Massimo Medri, intervenuto durante l’incontro fra associazioni artigiane e Polizia Municipale, si unisce all’invito che CNA e Confartigianato lanciano a tutti, operatori e cittadini: “segnalare chi lavora abusivamente per dare dignità alle imprese regolari che tutti giorni affrontano con impegno, competenza, professionalità e nel rispetto delle normative il sempre più complesso e competitivo mondo dell’economia”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019