3 settembre 2019 - Ravenna, Eventi, Politica

Romano Prodi ancora a Ravenna: sarà alla Biblioteca Classense per una tavola rotonda sull’integrazione europea

L’iniziativa rientra nella settimana di studio September Seminar

Si terrà domani, mercoledì 4 settembre, alle ore 18, nella Sala Dantesca della Biblioteca Classense, la tavola rotonda “Quale futuro per il processo di integrazione europea?”, occasione di dibattito e riflessione pubblica di alto profilo nella quale si confronteranno personalità del calibro di Roberto Balzani, storico, saggista e politico, e Romano Prodi, già presidente del Consiglio (1996-1998 e 2006-2008) e presidente della Commissione dal 1999 al 2004 (anni cruciali per l’introduzione della moneta unica e per l’allargamento ai Paesi dell’Est).

Il processo di integrazione europea a 30 anni dal crollo del Muro di Berlino e a quindici dall'allargamento ai Paesi dell'ex blocco sovietico del 2004 necessita di una nuova ripartenza. Dimensione regionale, nazionale ed europea devono essere ripensate per proporre, in un mondo che poco assomiglia a quello del dopo Seconda Guerra Mondiale, un nuovo patto fondativo. Le molteplici crisi dell'attuale congiuntura internazionale e le minacce sempre più evidenti al modello liberal-democratico impongono uno sforzo culturale ed intellettuale.

Questi i temi al centro della tavola rotonda, inserita nel programma del September Seminar (2-6 settembre, Palazzo Verdi), settimana di studio, riflessione e approfondimento sui temi del processo di integrazione europeo organizzata dal Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna e realizzata grazie al sostegno economico del Comune di Ravenna e della Fondazione Flaminia.

La tavola rotonda si aprirà con i saluti del sindaco Michele de Pascale e del direttore del Dipartimento di beni Culturali Luigi Canetti. Introdurrà e coordinerà i lavori Michele Marchi, docente del Dipartimento di Beni Culturali, tra gli organizzatori scientifici dell’evento. Accanto a Prodi e a Balzani, partecipano al dibattito Steve Austen della Felx Meritis Foundation di Amsterdam e l’assessora alle Politiche Europee del Comune di Ravenna Ouidad Bakkali.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.