10 settembre 2019 - Ravenna, Cronaca

"Il preside è gay": in corso la pulizia della scritta

Sui muri del Liceo Scientifico Oriani

Spariscono le scritte sul muro per fare posto a un murales di Urka 

E’ in corso in queste ore la pulizia della scritta “Il preside è gay” e di tutti gli altri graffiti fatti sul muro esterno del Liceo Scientifico Oriani di Ravenna.

“Ciò che offende non è la falsa attribuzione di una condizione, ma il fatto che uno studente del mio liceo l'abbia pensata come un'offesa” dichiarò allora il preside Gianluca Dradi.

Al suo posto comparirà il murales realizzato da Urka, nome d’arte di Davide D’Angelo, il vincitore della Public call for street artists promossa dal Liceo scientifico Alfredo Oriani, dall’assessorato alla Pubblica istruzione del Comune e dalla Provincia, in collaborazione con l’Università di Bologna per realizzare un murale nella sede scolastica.

Con il progetto “Un murale per il Liceo scientifico” si è pensato di investire sulla street art, accogliendo l’appello lanciato dal dirigente del liceo Gianluca Dradi, destinatario della scritta discriminatoria: di qui l’idea della chiamata pubblica che si è conclusa ieri con la designazione dell'artista vincitore.

Il caso della scritta

L’opera verrà realizzata il 16 settembre, giornata di inizio dell'anno scolastico 2019/2020, al posto della scritta “il preside è gay” apparsa qualche mese fa sul muro esterno della palestra del liceo, in via Guglielmo Oberdan. L’episodio aveva fatto scalpore e Gianluca Dradi, che era anche finito ospite in tv a La7, stesso aveva in un primo momento espresso la volontà di non cancellare la scritta: “resti lì come pietra d'inciampo per l'intelligenza umana”, aveva affermato.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.