23 settembre 2019 - Ravenna, Cronaca

Ravenna. Attacco omofobo contro due donne sposate

Di Maio (Arcigay) "Ci costituiremo parte civile"

Attacco omofobo: le parole di Di Maio (Arcigay)

La dichiarazione di Di Maio Ciro - Presidente Arcigay Ravenna a proposito dell'attacco omofobo rivolto a due donne sposate: 

"Un attacco ad una famiglia é un attacco alle famiglie tutte. Anche quelle formate da due donne. Ennesimo attacco omofobo a Ravenna, questa volta ai danni di due donne sposate.

Tanta é la rabbia nel sapere che ancora si discuta della necessità di una legge nazionale che criminalizzi l'omofobia quando le cronache sono popolate da tali notizie con cadenza pressoché giornaliera.

Tanta é la solidarietà che la comunità LGBT+ esprime a questa famiglia. Come Arcigay Ravenna ricordiamo alle vittime di questi vili comportamenti perpetrati nei loro confronti che le nostre volontarie ed i nostri volontari sono disponibili per ogni necessità.

Nel caso in cui si dovesse arrivare ad una fase giurisdizionale Arcigay Ravenna si costituirà parte civile e si tiene a ricordare che con la recente legge regionale contro l'omofobia anche la Regione Emilia Romagna potrebbe valutare di procedere in tal senso".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.