24 settembre 2019 - Ravenna, Cronaca, Sport

Curva senza striscioni, prosegue la polemica degli Ultras: “È questo il tifo che volete?”

Non si placa la polemica degli Ultras Ravenna 1994 contro l’applicazione da parte del nuovo Questore, Loretta Bignardi, della norma che obbliga i tifosi a una richiesta scritta per l’ingresso allo stadio degli striscioni. Se due settimane fa, contro la Vis Pesaro, il gruppo del tifo organizzato giallorosso era rimasto fuori assieme alle proprie pezze, domenica, nel vittorioso derby contro l’Imolese, gli Ultras sono entrati allo stadio senza striscioni.

Lunedì lo stesso gruppo giallorosso ha però ravviato la polemica su Facebook, tramite la propria pagina, postando una foto della curva “spoglia” e rivolgendosi a “Questura, giornali, società”: “è questo il tifo che volete per la squadra della città?”, si legge.

La norma

Ma da dove nasce il problema? Il 4 agosto 2017 il Ministro per lo Sport, il CONI, la FIGC, le Leghe Professionistiche, la Lega Nazionale Dilettanti, l’A.I.A., l’AIC e l’A.I.A.C. firmarono un Protocollo d’Intesa per “Il Rilancio della Gestione tra Partecipazione e Semplificazione” e, visto l’art. 12 del Regolamento di Giustizia Sportiva, tutte le società hanno adottato un “Codice di regolamentazione della cessione dei titolo di accesso alle manifestazioni calcistiche”.

Nella sezione DIVIETI del Codice, si può leggere: “All’interno dell’impianto sportivo e dell’area riservata esterna è vietato: […] K) Introdurre, distribuire ed esporre striscioni, cartelli, stendardi orizzontali, banderuole, documenti, disegni, volantini, materiale stampato o scritto e diversi da quelli esplicitamente autorizzati dal Gruppo Operativo per la Sicurezza (GOS) su richiesta della Società Sportiva; gli stessi non potranno essere esposti in spazi diversi da quelli indicati dalla Società sportiva e dovranno essere rimossi al temine della manifestazione”.

Il modulo di richiesta scritta

Da qui l’obbligo di presentare una richiesta scritta alla società per poter far entrare allo stadio gli striscioni. Sul sito del Ravenna Football Club è infatti possibile reperire il modulo di “RICHIESTA NULLA OSTA ESPOSIZIONE STRISCIONI E BANDIERE” ( http://www.ravennafc.it/wp-content/uploads/2017/09/modulo-gos-striscioni.pdf ).

Probabilmente per consuetudine il nulla osta non veniva richiesto fino a qualche mese fa, ma con l’insediamento del nuovo Questore, proveniente da una realtà “calda” del tifo come Forlì-Cesena, l’indicazione è diventata quella di una stretta applicazione della norma. E, così, nonostante gli inviti al dialogo da parte del Ravenna Football Club, prosegue il braccio di ferro, anche mediatico, tra Ultras e Questura.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019