29 settembre 2019 - Ravenna, Eventi, Sanità

Oculisti da tutt’Italia e dall’estero per assistere agli interventi dei professionisti dell’ospedale di Ravenna

Confronto e innovazione al convegno “RetinArt”

Confronto sulle tecniche chirurgiche innovative

Confronto e innovazione: è questo lo spirito e lo scopo che hanno animato il convegno “RetinArt” svoltosi giovedì 26 e venerdì 27 settembre presso l’Ospedale “Santa Maria delle Croci” di Ravenna. Il meeting ha visto la partecipazione dei più importanti Oculisti chirurghi della retina a livello nazionale ed internazionale, che si sono  confrontati sulle tecniche chirurgiche più innovative, registrando riscontri molto positivi.

Nella prima giornata i relatori hanno discusso  i temi più attuali della chirurgia vitreo-retinica, condividendo le proprie esperienze sulle metodologie e le strumentazioni più moderne. Di grande interesse è stata poi la seconda giornata in cui si è dato ampio spazio agli interventi di chirurgia vitreo-retinica eseguiti in diretta. Gli interventi sono stati proiettati nella Sala Dea dell’Ospedale di Ravenna, gremita di oculisti, ed hanno riguardato le patologie retiniche più complesse (distacco della retina, retinopatia diabetica e trazioni vitreo-maculari). Tali patologie della retina possono portare ad una compromissione totale della funzione visiva e purtroppo hanno un’elevata incidenza epidemiologica nella popolazione. Presso l’Ospedale di Ravenna ogni anno vengono eseguiti circa 600 interventi di questo tipo di chirurgia.

Il convegno

Grande seguito quindi per questo importante convegno, organizzato dal dottor Domenico D’Eliseo (direttore dell’Unità Operativa di Oculistica di Ravenna e Lugo), e dal dottor Paolo Rossini (responsabile del Servizio di Chirurgia Vitreo-Retinica di Ravenna e Lugo), che ha confermato il ruolo di primo piano ravennate come uno dei centri all’avanguardia e polo di attrazione per questa chirurgia a livello nazionale. Unanime apprezzamento è stato infine espresso per l’ottima collaborazione tra la Direzione Sanitaria dell’Ospedale di Ravenna, l’equipe infermieristica guidata dalle Coordinatrici Milena Cimatti e Giuliana Gersolini, e l’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione di Ravenna, diretta dal dottor Maurizio Fusari.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019