29 settembre 2019 - Ravenna, Sport

La Consar si aggiudica il Trofeo Lobietti: Reggio Emilia battuta 3-1 al PalaCosta

Belle prove di Stefani e Cortesia e debutto per Alonso, Grozdanov e Ter Horst

Il Trofeo Lobietti va alla Consar Ravenna, che batte al PalaCosta per 3-1 la Conad Reggio Emilia, in un match ben giocato e molto combattuto.Prima assoluta con la maglia Consar e davanti al proprio pubblico per Alonso, Grozdanov e Ter Horst, quest’ultimo arrivato poche ore prima del match, mentre nel terzo e quarto set i padroni di casa si affidano alla linea verde, con Saitta e Bortolozzo che guidano un drappello di giovani e giovanissimi. Grande prova di Tommaso Stefani, che sull’onda lunga del mondiale U19 vinto, gioca due set e piazza 18 punti, con due ace e un 52% in attacco.

Tanti applausi e commozione che accompagnano il momento del saluto ai familiari all’allenatore ravennate Roberto, scomparso nel 2011, a cui è intitolato il trofeo.

La partita 

Si aiuta a muro (7, di cui 3 di Cortesia) la Consar per vincere il primo set, che l’aveva vista scattare velocemente ai blocchi (6-2) e subire poi la rimonta degli ospiti che si portano avanti sul 9-10. L’equilibrio del set è spezzato nel finale dall’allungo targato Consar con Cortesia (con il suo terzo muro del set) e Alonso, sul turno al servizio di Recine: dello stesso cubano, schierato come opposto da coach Bonitta, e Grozdanov i punti che valgono il primo set (25-21).

Sull’asse Ter Horst-Cortesia si materializza il primo allungo Consar nel secondo set(14-10). La Conad non demorde e ritrova la parità a quota 18 con un ace di Pinelli, che chiude al meglio il suo turno in battuta. Ter Horst riporta avanti i suoi e apre un finale punto a punto, in cui la Conad annulla due set ball prima di arrendersi all’attacco vincente di Recine e all’ennesimo muro di Cortesia.

Nel terzo setBonitta lancia nello starting six Stefani, Bortolozzo e Frascio, Bosco si affida a Mattei e Bellini (restano in panca Dolfo e Miselli) e il neocampione del mondo Under 19 mostra subito di essere in gran serata, stampando 11 punti (2 ace e un 53% di positività in attacco). Ravenna vola fino al 23-19, con buone percentuali in attacco e in ricezione: sembra fatta ma la Conad ha una reazione d’orgoglio e piazza un break di 5 punti che la porta in vantaggio (23-24). Il set ball è sparato in rete da Magnani al servizio. Ma Zingel al secondo set ball con un gran muro chiude il set e accorcia le distanze.

Reggio allunga nel quarto setarrampicandosi fino al +4 (6-10), margine che Ravenna con una bella progressione a metà set annulla a quota 17 con Recine. Cortesia con un gran muro timbra il vantaggio. Nuovo allungo Conad (18-20) e nuova parità a quota 23 con un muro di Frascio. E’ Stefani, davvero in grande spolvero, dopo aver annullato il set ball a Reggio, a mettere giù il pallone del match, griffando così una prestazione davvero incisiva.

Il tabellino

Ravenna-Reggio Emilia 3-1(25-21, 27-25, 24-26, 27-25)

Ravenna:Saitta 3, Alonso 10, Grozdanov 7, Cortesia 16, Ter Horst 15, Recine 7, Marchini (lib.), Stefani 18, Martinelli, Bortolozzo 4, Frascio 3. Ne: Rossi. All.: Bonitta.
Reggio Emilia:Pinelli 6, Magnani 6, Zingel 12, Miselli 6, Dolfo 5, Scarpi 16, Morgese (lib.), Catellani, Mattei 6, Bellini 5. Ne: Pavesi, Lucich, Cagni (lib.). All.: Bosco.
Arbitri:Piccininni e Pivetta di Rimini.

Note:Durata set: 24’, 28’, 26’, 26’ tot. 104’. Ravenna (6 bv, 20 bs, 19 muri, 15 errori), Reggio Emilia (6 bv, 11 bs, 8 muri, 9 errori).

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019