19 ottobre 2019 - Ravenna, Cervia, Cronaca

Per il caso Salvini-moto d’acqua la Procura di Ravenna chiede l’archiviazione

Il fascicolo contro ignoti riguardava l’intervento della scorta che avrebbe cercato di impedire la diffusione del video

Si dovrebbe concludere con l’archiviazione, come richiesto dalla Procura della Repubblica di Ravenna, “per tenuità del fatto”, il fascicolo che era stato aperto contro ignoti lo scorso 22 agosto, dopo la diffusione da parte di Repubblica di un video, che aveva generato moltissime polemiche, che ritraeva il figlio dell’allora Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, su una moto d’acqua della Polizia a Milano Marittima il 30 luglio.

Il fascicolo mirava a far luce sul comportamento di tre agenti della scorta che avrebbero cercato di impedire al giornalista di Repubblica Valerio Lo Muzio di riprendere la scena. Come riporta l’Agenzia Ansa, Lo Muzio e i suoi legali stanno valutando se opporsi o meno alla richiesta della procura ravennate.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019