21 ottobre 2019 - Ravenna, Cronaca

Da Ravenna all’Antartide: la missione della prima rompighiaccio italiana

La nave Laura Bassi

La prima rompighiaccio italiana partita da Ravenna

La prima rompighiaccio italiana, la nave Laura Bassi, in dotazione all’Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale (OGS), partita dal terminal Sapir per la missione in Antartide analizzerà la perdita di massa dei ghiacci e gli effetti dell’influenza umana, dati essenziali per studiare antidoti.

La nave è lunga 80 metri e ha una stazza di 4000 tonnellate, è dotata di due gru e di un ponte di volo per elicotteri. Può accogliere complessivamente 72 persone (22 di equipaggio e 50 di personale scientifico) mentre, per quanto riguarda le attività scientifiche, dispone di due laboratori di 45 m2 ciascuno, uno asciutto e uno umido.

Laura Bassi, fu la prima donna al mondo a ottenere una cattedra universitaria e la seconda donna laureata d'Italia dopo la veneziana Elena Lucrezia Cornaro.

 

Tag: sapirnave

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019