22 ottobre 2019 - Ravenna, Eventi, Sanità

“Il Cuore non ha confini”, a Ravenna le celebrazioni per i 25 anni di Emergency

Ecco le iniziative, organizzate insieme all’Associazione ravennate Cuore e Territorio

Ravenna festeggia i 25 anni di Emergency

Un quarto di secolo al servizio di chi non ha voce, lavorando ogni giorno per offrire cure mediche e chirurgiche gratuite e di alta qualità alle vittime della guerra, delle mine antiuomo e della povertà. È la missione che Emergency porta instancabilmente avanti in tutto il mondo dal 1994, non lasciando indietro niente e nessuno: dalle grandi emergenze internazionali, a quelle di casa nostra, senza trascurare il post emergenza, o le difficoltà del quotidiano di milioni di persone che, spesso, non fanno notizia.

Nel 2019 l’Associazione umanitaria fondata da Gino Strada e dalla moglie Teresa Sarti, insieme a Carlo Garbagnati e Giulio Cristoffanini ha compiuto i suoi Venticinque anni. Un anniversario importante, che i volontari del Gruppo di Ravenna hanno scelto di celebrare nella nostra Città insieme a Cuore e Territorio con un convegno, che si svolgerà sabato 26 ottobre 2019 dalle ore 9 alle 12, presso il salone delle feste di Palazzo Rasponi dalle Teste in Piazza Kennedy.

La celebrazione

Sarà una mattinata ricca di ospiti che porteranno al pubblico le loro testimonianze dall’Italia e dal mondo. Il convegno si aprirà con i saluti del Presidente di Cuore e Territorio, Giovanni Morgese, del Sindaco di Ravenna, Michele De Pascale, della Dirigente del reparto di Cardiologia dell’Ospedale Civile di Ravenna, Federica Giannotti, del Membro del direttivo e responsabile coordinamento volontari Emergency, Paola Feo.

Seguiranno gli interventi del Cardiologo pediatrico dell’Ospedale Sant’Orsola di Bologna, Gabriele Bronzetti, del Deputato Alberto Pagani, membro della Commissione Difesa, del Cardiologo dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena-Policlinico, Andrea Barbieri, del Responsabile del laboratorio di Elettrofisiologia dell’Ospedale Civile di Ravenna, Corrado Tomasi, del Primario di Cardiologia dell’Ospedale Civile di Ravenna, Andrea Rubboli, del Cardiologo di interventistica complessa, Massimo Margheri, dell’Editore di Ravenna24ore.it, Carlo Serafini.

Nella stessa giornata, alle ore 9, presso la sala espositiva di Via Massimo D’Azeglio n° 2, saranno inaugurate due mostre fotografiche, che racconteranno, rispettivamente, il lavoro svolto da Emergency nel mondo (“Emergency Story”) e da Cuore e Territorio (“Nel Cuore di Ravenna”, foto di Fabio Maggi) a supporto della Cardiologia di Ravenna e nella prevenzione e nel contrasto del disagio giovanile.

“Crediamo fermamente che le persone, soprattutto in parti del mondo che come la nostra godono di un lungo periodo di Pace, - spiega l’Associazione Cuore e Territorio - debbano essere istruite ad apprezzarla e promuoverla in ogni sua forma, nella convinzione condivisa che Pace non sia semplice assenza di guerra, ma un’educazione permanente al dialogo, alla tolleranza, al rispetto dell’altro, alla solidarietà.

Il convegno e le due mostre sono, quindi, un’occasione per parlare del diritto alla salute, di cultura della pace, di lotta alla violenza in tutte le sue forme”.

Le esposizioni saranno visitabili fino a domenica 3 novembre, tutti i giorni dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18. L’evento è realizzato con il Patrocinio del Comune di Ravenna e in collaborazione con Ravenna24ore.it. Tutte le iniziative sono ad ingresso libero.

Fabio Maggi

Nato a Genova nel 1967, ma Forlivese d'adozione, negli anni ‘90 inizia a studiare fotografia come autodidatta per poi approfondire gli studi presso l’Istituto Italiano di Fotografia di Milano. Una volta terminati gli studi inizia a collaborare con riviste specializzate del settore fotografico e si occupa di fotografia di architettura, di teatro e di eventi. I suoi progetti sono motivati sempre dall'idea e volontà di sviluppare un racconto per immagini.

Fra i suoi ultimi progetti la pubblicazione, nel 2019, della monografia "TATAU - Disegnare la Pelle - Viaggio Fotografico nel Mondo del Tattoo, edito da Etabeta con l’esposizione di 14 opere, delle 168 pubblicate nel libro, alla 14^ Edizione del Photofestival Internazionale della Fotografia di Milano. Foto che vengono successivamente esposte nel settembre del medesimo anno presso la Galleria belle Arti di Manoni 2.0 di Forlì.

Il Progetto "Nel Cuore di Ravenna"

Il progetto si sviluppa all'interno del reparto di Cardiologia dell'Ospedale di Ravenna (emodinamica ed ambulatori) con l'obiettivo di fornire una storia per immagini, ovvero un reportage che riassuma l’attività degli operatori sanitari che quotidianamente prestano il loro prezioso contributo per la cura delle patologie cardiache. L'idea era di cogliere non solo gli aspetti meramente tecnici che tali professionisti svolgono abitualmente, ma anche e soprattutto quegli aspetti umani che fanno la differenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019