13 novembre 2019 - Ravenna, Cultura

Quell’autunno del ‘44: celebrazione dei luoghi della memoria

Nel 75° anniversario delle stragi nazifasciste che precedettero la liberazione di Ravenna

Quell’autunno del ‘44

Quell' autunno del '44 è il titolo del progetto di approfondimento storico e di valorizzazione dei luoghi della memoria nella ricorrenza del 75° anniversario delle stragi nazifasciste che precedettero di pochi giorni la liberazione di Ravenna.

Il programma prenderà il via sabato 16 novembre alle 15 con la deposizione di una corona al Cippo dei Martiri della Capra, in Argine Sinistro Montone (all'altezza del Civico 151) a Ragone.
Nell’occasione interverranno l'assessora Federica Del Conte, la presidente del Consiglio territoriale Federica Moschini, il direttore dell'Istituto Storico Giuseppe Masetti e una rappresentanza del Comune di Russi. Subito dopo il presidio si trasferirà al Cippo dei Martiri delle Mura, sull'argine opposto del Fiume Montone (all'altezza del civico 158), per la deposizione della corona.

Le celebrazioni proseguiranno domenica 17 novembre, a San Pancrazio a partire dalle 9,30 del mattino, per la tradizionale manifestazione organizzata dal Comune di Russi.

Questo percorso di approfondimento storico prevede per martedì 19 novembre un incontro con gli alunni delle classi 4° e 5° alla scuola primaria “Martiri del Montone” di Roncalceci con la ricercatrice dell’Istituto Storico della Resistenza Laura Orlandini, giovedì 28 novembre la realizzazione di una serata di approfondimento storico e culturale, che si terrà a Ragone, in cui Giuseppe Masetti e Laura Orlandini ricostruiranno le vicende del territorio ravennate di quel periodo della guerra mondiale e della Resistenza. La cittadinanza è invitata a partecipare.

Il progetto Quell'autunno del '44 è promosso dal Consiglio territoriale di Roncalceci, in collaborazione con l’assessorato al Decentramento e l'Istituto Storico della Resistenza.

 

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.