13 novembre 2019 - Ravenna, Società

Nuovi compattatori per la plastica: in 5 giorni raccolti 2348 pezzi da inviare a recupero

Distribuiti 782,00 euro di risparmio

Grazie al supporto de la Bcc Credito Cooperativo rravennate, forlivese e imolese, da sempre sostenitrice di soluzioni ecologiche che aiutano l'ambiente circostante e i nostri territori, sono arrivati due nuovi punti di raccolta nel comune di Ravenna presso Superstore Conad Galilei di via Newton e Conad La Fontana di Vicolo Tacchini inaugurati il 4 novembre dall’ass.re comunale all’ambiente Gianandrea Baroncini.

In 5 giorni di attività la postazione di via Newton ha già raccolto 2348 pezzi di plastica da inviare a recupero e distribuito € 782,00 di risparmio.

Green Money, il circuito di marketing non convenzionale legato alla raccolta differenziata, ha inaugurato due nuovi punti di raccolta nel comune di Ravenna.

A fronte del programma di sviluppo innescato con il gruppo Conad, questa stimolante iniziativa di riciclo arriva anche nel comune di Ravenna, dopo che già in altri territori è stata avviata con notevole successo. Sostiene il progetto anche la Banca di Credito Cooperativo Ravennate Forlivese e Imolese che ha da subito creduto in questo progetto di marketing non convenzionale.

I punti di raccolta plastica PET Green Money, ubicati all’ingresso dei due punti vendita Conad di Via Newton e Vicolo Tacchini , permetteranno agli utenti di trasformare il proprio rifiuto PET in risparmio da poter spendere nel circuito Green Money, del quale faranno parte, oltre ai Conad di Via Newton e Vicolo Tacchini, vari esercizi commerciali, ristoranti, eccellenze artigianali ed enogastronomiche del territorio.

Ottenere il risparmio è molto semplice: Conferendo 3 rifiuti plastici PET (bottiglie di plastica, flaconi alimentari, vaschette affettati, ecc…) nel punto di raccolta Green Money, si ottiene un ticket del valore di 1,00€ spendibile presso tutto il circuito Green Money, oltre che nei supermercati Conad aderenti e tutte le altre attività presenti sul portale www.Greenmoney.it secondo proporzione di risparmio (ad esempio 1,00€ di risparmio ogni 25,00 di spesa). Questo permetterà alle attività aderenti, di sperimentare un nuovissimo ed innovativo strumento con il quale ricevere clienti che conferiranno i propri rifiuti sia a Ravenna che presso tutti gli altri punti di raccolta attivi sul territorio. Green Money conta attualmente 10 postazioni attive, dalle Marche sino a Faenza, che in un solo anno raccolgono più di 2.700.000 pezzi, per un totale di circa 7 tonnellate di PET destinate a recupero, ridistribuendo agli utenti qualcosa come 900.000 € di risparmio spendibili all’interno del circuito. Il progetto Green Money, ideato e sviluppato dalla società Riminese Fare srl, è una piattaforma di marketing non convenzionale che rende possibile la sostenibilità economica dei sistemi, permettendo non solo di trasformare i rifiuti da costo per la collettività a risorsa per i cittadini, ma anche innescando direttamente lo sviluppo commerciale e la valorizzazione del territorio attraverso l’educazione civica, la cultura e la sensibilità sociale. Il materiale raccolto viene destinato a recupero, e quindi riciclato correttamente, in collaborazione con il gruppo Hera Spa, assieme alla quale già dal 2012 Green Money ha un contratto di collaborazione in merito alla gestione del materiale raccolto. Il progetto è stato seguito sin dall’inizio da tante amministrazioni pubbliche, compresa quella di Ravenna che ha patrocinato l’iniziativa tramite l’Assessore all’Ambiente Gianandrea Baroncini.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.