17 novembre 2019 - Ravenna, Cronaca

Tentata estorsione: dai domiciliari torna in carcere

L’uomo è contraddistinto da ripetuti precedenti penali

Dai domiciliari al carcere

La Polizia di Stato, ieri mattina, ha condotto in carcere un 39enne campano che due giorni orsono è balzato agli onori della cronaca per un tentativo di estorsione.

L’uomo in ragione del suo passato, contraddistinto da ripetuti precedenti penali e di Polizia per estorsione, minacce, percosse, ricettazione, furto, guida senza patente e sotto l’effetto di sostanze oltre a numerose contestate violazioni imposte dalla sorveglianza speciale si trovava sottoposto alla misura della detenzione domiciliare quando due giorni fa, in seguito ad un diverbio con un suo conoscente dal quale pretendeva del danaro per una sua mediazione in ordine alla compravendita di smartphone, si era reso responsabile di una  tentata estorsione aggravata e del danneggiamento aggravato dell’autovettura della sua controparte.

Sulla scorta di quanto accertato dagli agenti della Volante dell’ufficio Prevenzione Genrale Soccorso Pubblico intervenuti sul luogo dell’episodio criminoso, l’Ufficio di Sorveglianza di Bologna ha sospeso, in via cautelare, il beneficio a suo tempo concesso al 39enne e ne ha disposto l’immediata carcerazione.

Ieri pomeriggio gli investigatori della Squadra Mobile hanno dato esecuzione al provvedimento della magistratura Bolognese e, dopo le formalità di legge, hanno condotto l’uomo alla Casa Circondariale di Ravenna.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.