25 novembre 2019 - Ravenna, Sport

La Consar non riesce a ripete l’exploit di giovedì, a Perugia incassa un 3-0 senza appello

Ravenna ci prova, ma la Sit Safety è implacabile, attenta in difesa e incisiva in battuta

La miniserie positiva della Consar (4 punti in due partite) si arresta al cospetto di un’agguerrita e concreta Sir Safety Perugia. Partiti con entusiasmo, alte convinzioni e buone intenzioni, Saitta e compagni si sono scontrati con un Perugia incisivo in attacco, capace di limitare gli errori e di mettere pressione fin da subito al servizio. Ravenna, generosa, volitiva, mai rassegnata, accusa anche il dispendio di energie della partita di giovedì con la Lube e la stanchezza di tante partite senza sosta. E mercoledì si torna in campo: al De Andrè arriva la Calzedonia Verona.

La partita 

Coach Bonitta conferma il sestetto che ha fatto vacillare la capolista, Heynen si affida alla squadra che ha vinto le ultime due partite, con Hoogendoorn in diagonale a De Cecco, Podrascanine  Russo al centro, Lanza e Leon schiacciatori, Colaci libero. Subito tre punti di Leon e Perugia vola sul 4-1. Umbri aggressivi e scatenati, la Consar fatica ad arginarli. Hoogedoorn si candida subito alla conquista dell’MVP, come accadrà, piazzando due ace e trascinando i suoi al +8 (13-5) e Bonitta al secondo time-out. La pausa sortisce effetto, al rientro in campo la Consar rosicchia due punti, senza però riuscire ad accorciare ulteriormente le distanze. Nel finale di set Perugia allunga ancora chiudendo 25-14 con un ace di Russo (il quarto di squadra del parziale).

Più equilibrato l’inizio del secondo set, in cui la Consar trova anche il primo vantaggio del match (5-6). Due volte Perugia cerca l’allungo e due volte Saitta e compagni sono pronti a riprenderla. Si rivede in campo Alonso al posto di Grozdanov e si procede punto a punto fino al break di tre punti (18-15) della Sir Safety che costringe Bonitta al time-out. Perugia allunga ancora e Bonitta prova a giocarsi la carta Recine al posto di Lavia e Bortolozzo per Cortesia. E proprio Bortolozzo interrompe il break umbro. La Consar, cresciuta in ricezione (52%) e in attacco, risale a -3 (17-20) ma Perugia gestisce il tentativo di rimonta ospite e si aggiudica anche il secondo parziale, con due attacchi di Leon.

Avvio punto a punto nel terzo set, in cui Alonso e Bortolozzo partono nello starting six ravennate, poi la Sir Safety col turno al servizio di Lanza, si porta a +5 (7-2). Ma una generosa e volitiva Consar risale a -2, grazie al filotto di punti di Lavia (4 consecutivi) e si tiene brillantemente in partita, fino al 20-17, con un attacco di Bortolozzo. Qui i padroni di casa danno l’accelerata che li porta alla vittoria e che fiacca gli ultimi tentativi della Consar.

Il post-partita 

Il commento di coach Bonitta: “Perugia è entrata con grande piglio soprattutto in battuta e anche in difesa e si è visto subito che noi eravamo un po’ al lumicino nelle energie soprattutto mentali e naturalmente quando hai una squadra che ti mette sotto pressione in battuta e tu hai poche energie può capitare una sconfitta di questo tipo. La accettiamo con molto dispiacere perché potevamo fare qualcosa di più ma chiudiamo il libro e non pensiamoci troppo perché mercoledì abbiamo una partita molto importante”.

Il tabellino

Perugia-Ravenna 3-0 (25-14, 25-18, 25-18)

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Hoogendoorn 14, Russo 9, Podrascanin 8, Leon 13, Lanza 7, Colaci (lib.), Zhukouski, Plotnytskyi 1. Ne: Piccinelli, Benedicenti (lib.), Taht, Biglino, Atanasijevic. All.: Heynen.

CONSAR RAVENNA: Saitta, Vernon Evans 9, Grozdanov 2, Cortesia 3, Ter Horst 8, Lavia 7, Kovacic (lib), Stefani, Recine 3, Batak, Bortolozzo 4, Alonso 2. Ne: Marchini, Cavuto (lib.). All.: Bonitta.

ARBITRI: Tanasi di Noto e Boris di Vigevano.

NOTE: Durata set: 22’, 28’, 26’ tot. 76’. Perugia (5 bv, 8 bs, 7 muri, 4 errori, 54% attacco, 59% ricezione, di cui 12% perfette), Ravenna (1 bv, 11 bs, 4 muri, 11 errori, 45% attacco, 34% ricezione, di cui 17% perfette), Spettatori: 3181. MVP: Hoogendoorn.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.